iOs 4.2 su iPad, le maggiori novità

di Gospel Quaggia 3

Dopo un’attesa quanto meno snervante per i possessori di iPad da lunga data, ecco finalmente l’aggiornamento tanto bramato, quello che “unifica” in un certo qual modo iOS su tutti i device touch di casa Apple. iPad è sicuramente il device che viene aggiornato in maniera più profonda, vediamo tutte le novità contenute in iOS 4.2. Per quanto riguarda invece le novità di iOS 4.2 su iPhone e iPod touch, vi rimando all’articolo dedicato: iOS 4.2 su iPhone e iPod touch, le maggiori novità.

AirPrint

Purtroppo ci si aspettava qualcosa in più. Infatti non è presente la possibilità di stampare su qualsiasi stampante condivisa in rete, ma solo su stampanti compatibili HP ePrint. La speranza è che i problemi che hanno indotto Apple a togliere questa funzionalità vengano presto risolti, in modo da rendere ancora più comoda la funzione. In ogni caso è possibile riattivare la funzione seguendo le istruzioni che arriveranno a breve in un articolo dedicato.

AirPlay

AirPlay deriva dall’ormai anziana funzione AirTunes presente in iTunes, che ci consente di mandare in streaming il flusso audio dal computer (Mac o Pc) verso una Apple TV o agli altoparlanti connessi ad una base Airport Express.

AirPlay estende questa funzione consentendoci di mandare in streaming oltre alla musica, anche video e immagini dal nostro iPad.

Ovviamente ne traggono immediato beneficio le App di default come iPod e Video, ma in teoria tutte le App che utilizzano il framework video standard possono attivare la funzione, sempre che gli sviluppatori optino per questa scelta.

Quando AirPlay è disponibile, si nota immediatamente l’icona nella barra dei controlli. È sufficiente un tap per scegliere il dispositivo verso il quale inviare lo streaming.

SpringBoard

Finalmente anche su iPad troviamo le funzionalità arrivate su iPhone e iPod touch grazie all’aggiornamento a iOS 4: multitasking e folders, che funzionano esattamente come su iPhone. L’unica differenza in folders è che le cartelle possono contenere fino a 20 Apps.

Il multitasking invece, sembra funzionare alla stessa identica maniera di iOS 4.1 su iPhone, quindi le App vengono “congelate” quando se ne esce, per essere poi ripristinate allo stato in cui sono state lasciate quando vengono riaperte. Allo stesso modo per deciderne la chiusura definitiva, basta tenerle premute fino a che non iniziano a “tremolare”.

Widget

Se dalla barra del multitasking effettuiamo uno swipe verso sinistra, attiveremo un dock con i pulsanti per controllare la musica a prescindere dalla App che la sta riproducendo, la cui icona viene proposta sulla destra.
Le novità di rilievo sono lo slider per regolare la luminosità dello schermo, molto comodo per effettuare regolazioni al volo, magari mentre leggiamo. Ma soprattutto, appare il pulsante per bloccare l’orientamento. E fin qui nessuna novità, anche iOS 4.1 per iPhone ne era dotato.

La vera novità è che il pulsante hardware per il blocco dell’orientamento in iOS 4.2 è ora diventato uno switch per il mute. Quindi l’unico modo per bloccare l’orientamento rimane questo pulsante anche se, a differenza di quanto avviene su iPhone e iPod touch, è sempre possibile scegliere l’orientamento orizzontale e verticale.

Con iOS 4.2 quindi Apple modifica il funzionamento di una parte hardware, il che non è poi tanto strano se pensiamo alle “peripezie” subite dal pulsante Home.

Calendario

La App dedicata al calendario è praticamente identica a quella presente su iOS 3.2.2, cambiano solo i colori, ora tutti in tinte pastello.

Mappe

Un piccolo cambiamento che riguarda Mappe e tutte le App che utilizzano i servizi di localizzazione è l’apparizione del cursore a freccia nella barra che indica la richiesta da parte di una App di utilizzare la localizzazione, come già succedeva su iPhone e iPod touch.

Note

Nella App Note è finalmente possibile cambiare font. Tramite le impostazioni si possono scegliere anche Chalkboard ed Helvetica.

Game Center

Approda anche su iPad il social gaming targato Apple, ottimizzato ovviamente per lo schermo più grande. Risulta quindi più comprensibile e sicuramente più usabile, grazie alla divisione dello schermo in due colonne, una con l’elenco degli amici o delle App a sinistra e l’altra con i dettagli sulla destra.

Impostazioni

La App Impostazioni subisce parecchie modifiche in questo aggiornamento e non poteva essere altrimenti, visto il notevole salto e la mole di funzionalità aggiunte.
Vengono aggiunti tutti gli sfondi già presenti su iPhone in iOS 4, ovviamente renderizzati al meglio per l’utilizzo sullo schermo più grande di iPad.
La App Impostazioni subisce parecchie modifiche in questo aggiornamento e non poteva essere altrimenti, visto il notevole salto e la mole di funzionalità aggiunte.Vengono aggiunti tutti gli sfondi già presenti su iPhone in iOS 4, ovviamente renderizzati al meglio per l’utilizzo sullo schermo più grande di iPad.

Generali: Blocco con codice.

Viene aggiunta la possibilità di inserire un codice alfanumerico, più sicuro delle 4 cifre presenti in precedenza.

Generali: Restrizioni.

Viene aggiunta la possibilità di limitare la rimozione delle App dal proprio dispositivo, l’accesso ai servizi di localizzazione e alla modifica degli account email.

Safari e Mail

Sia Safari che Mail, le nostre finestre sul Web, vengono fortemente migliorate per quanto riguarda l’utilizzo e ottimizzate per quanto riguarda il funzionamento.

In Safari è ora possibile effettuare delle ricerche nella pagina che stiamo visualizzando in un dato momento. Basta inserire la parola nella casella di ricerca (che però riporta ancora Google) per ottenere, oltre alla lista di suggerimenti, una sezione aggiuntiva tramite la quale trovare il testo cercato nella pagina.

Con un tap la prima corrispondenza verrà evidenziata in giallo e appariranno dei bottoni per andare all’occorrenza successiva o alla precedente.

Non è più presente il pulsante “+” per aggiungere preferiti e Web App, rimpiazzato dal pulsante che serve a compiere tutte le azioni, tra cui AirPrint.

In Mail arriva finalmente l’agognata “unified inbox” così utile per chi gestisce account multipli, fin qui obbligato a un’infinita serie di tap per visualizzare tutte le mail ricevute.
La vista separata in due colonne (o popup se in orientamento verticale) rende inoltre ancora più comodo l’utilizzo della App.

Viene introdotta anche la visualizzazione dei messaggi email come discussioni, già presente in iPhone e iPod touch con iOS 4. A fianco di ogni discussione una piccola icona ci indica quante email la compongono e selezionandola possiamo vedere ogni singolo messaggio mentre in alto viene sempre riportato il nome della discussione e della casella email di cui fa parte.

Considero questa una miglioria non da poco nell’utilizzo normale di iPad, senza contare che ActiveSync ora supporta account multipli e questa è sicuramente una buona notizia per chi utilizza le notifiche push.

Foto

Pochi i cambiamenti, com’è facilmente intuibile quello di rilievo riguarda la possibilità di stampare le immagini contenute nella libreria.

Conclusioni

Cosa si può aggiungere? iPad con iOS 4.2 rinasce letteralmente.

Non possiedo iPad da tantissimo tempo, anzi da molto poco e pur apprezzando molto il dispositivo ho sentito in queste poche settimane di utilizzo il grande gap tra le funzioni presenti su iPhone 4 e su iPad.

Ora questo gap è colmato e iOS 4.2 al momento mi sembra proprio bellissimo. Sicuramente non mancheranno i problemi e piano piano salteranno fuori, ma per gli utenti iPad è veramente un enorme balzo in avanti per quanto riguarda l’usabilità e, almeno secondo le mie prime impressioni, anche per la velocità che mi sembra essere aumentata.