Mac OS X 10.5.3: i bug risolti ed i bug rimasti.

di Emanuele L. Cavassa 24

Ieri sera Aggiornamento Software di milioni di utenti ha segnalato la disponibilità di Mac OS X Leopard 10.5.3, il quarto minor update del sesto sistema operativo X di Apple.


Migliori performance, maggiore stabilità e oltre 300 bug corretti a livello di codice da parte degli ingegneri di Cupertino distribuiti in un aggiornamento che partiva dai 130/190 Mb ai 416,4 Mb del Combo Update scaricabile dal sito Apple.


Ma aldilà delle note tecniche di rilascio che specificano le correzioni introdotte, quali sono gli effettivi cambiamenti e soprattutto i macro bug evidenti all’utente che sono stati risolti?


Vediamo insieme alcune differenze evidenti ed i bug rimasti tra la versione 10.5.2 e la versione aggiornata ieri sera a 10.5.3 con Combo Update su di un MacBook mid 2006.


Dvd Player 10.5.2: come visto nell’articolo “Mac OS X Leopard 10.5.2: nuovi strani bug“, contraendo il visore nella Dock questo spariva, lasciando lo spazio corrispondente e l’etichetta “Visore”.
Dvd Player 10.5.3: il comportamento è stato corretto ed ora si visualizza il thumbnail del Visore nella Dock.


Finder 10.5.2: come visto nell’articolo “Finder: i misteriosi comportamenti“, se si forzava la visualizzazione di una cartella padre in vista icona (esempio) e della cartella figlia in vista CoverFlow (esempio), tornando indietro da figlia a padre la cartella padre veniva visualizzata comunque in vista CoverFlow, nonostante il pannello Opzioni Vista visualizzasse “Apri sempre in vista icona” correttamente selezionato.
Finder 10.5.3: il problema persiste.


Safari 10.5.2: con una barra preferiti ricca d’elementi, scorrendo il menu a discesa per i preferiti in eccesso veniva visualizzato un artefatto grafico nell’animazione dello scorrimento.
Safari 10.5.3: il difetto grafico è stato eliminato ed anche l’aggiornamento delle favicon dei preferiti sembra molto più veloce.


Mail.app 10.5.2: trascinando un file (piccolo o grande a piacere) sull’icona nella Dock, Mail apriva un nuovo messaggio ma la procedura di allegare il file provocava il freezing dell’applicazione che poteva solo essere chiusa forzatamente.
Mail.app 10.5.3: il problema persiste.


iMovie 10.5.2: con l’apertura del pannello di aiuto, lo spostamento del mouse sopra il pannello comportava l’esecuzione dello skimming nel video sottostante.
iMovie 10.5.3: il problema persiste.


Spaces 10.5.2: trascinando un’applicazione con video in movimento da uno Space all’altro, l’animazione rallentava vistosamente con evidenti scatti nel passaggio di scrivania.
Spaces 10.5.3: tutte le animazioni degli Spaces sono molto più fluide.


QuickTime 10.5.2: quando si visualizzava un video e si contraeva la finestra nella Dock, il video si fermava (ma l’audio continuava), a differenza che con Tiger, in cui la riproduzione continuava anche nella Dock.
QuickTime 10.5.3: il problema persiste.


iCal 10.5.2: come descritto nell’articolo “iCal: una vulnerabilità può farvi perdere il controllo del Mac“, il calendario di Mac OS X soffriva di una vulnerabilità per cui un file .ics malformato poteva portare al crash dell’applicazione.
iCal 10.5.3: la vulnerabilità è stata risolta e come è possibile leggere dalle note di rilascio sono stati anche corretti bug di creazione di eventi ed attività in iCal attraverso Mail.app e migliorata la gestione dei calendari condivisi basati su iCal Server e WebDav.


Il passaggio da 10.5.1 a 10.5.2 aveva aggiunto una nuova feature agli Stack, in merito alle possibilità di visualizzazione.
Con 10.5.3 è stata aggiunta, ai possessori di iPhone o iPod Touch di sincronizzare Rubrica Indirizzi con i contatti di Gmail.
Pur essendo tra i fortunati fruitori della nuova caratteristica, mi dispiace che Apple abbia deciso di abilitarla solo per chi possiede i device mobili di Cupertino: gli altri utenti non devono usufruirne? Anche chi non ha un iPhone può avere la posta su Gmail e potrebbe beneficiare della sincronia tra i contatti.
Speravamo, tra l’altro, che insieme alla sincronia con i contatti, avessero aggiunto in iCal la sincronia con Google Calendar. Speranza che purtroppo è rimasta disattesa, nonostante Apple e BigG convergano sempre più nel presentare servizi che si integrano uno con l’altro.


E’ interessante notare che in Mail, nelle note, continua ad essere visualizzato l’avviso “Vuoi convertire questa nota in formato RTF? Per cambiare lo stile o formattare è necessario convertire la nota in formato RTF. Le note in questo formato potrebbero non essere modificabili su iPhone e altri dispositivi.”
Questo messaggio prevederebbe la possibilità di sincronizzare le note tra Mail.app ed iPhone, possibilità che invece attualmente non esiste.
Si dovrà aspettare la versione 2.0 di iPhone OS per poter sincronizzare le note?


Per quanto riguardano i bug della gestione audio, in cui a volte l’audio di sistema spariva, oltre che dei problemi tra driver audio ed interfacce firewire introdotti con 10.5.2, dobbiamo testare più a lungo per farvi sapere (il problema della scomparsa dell’audio avveniva in maniera casuale, quindi solo l’uso può garantire che il problema sia stato risolto).


E voi, quali modifiche avete notato tra Mac OS X Leopard 10.5.2 e 10.5.3?

[Immagine di apertura via]