Finder: i misteriosi comportamenti.

di Emanuele L. Cavassa 9

Mac OS X è riconosciuto come il miglior sistema operativo commerciale.
Non siamo solo noi Apple fan a dirlo, ci son fior di testate informatiche come PC Magazine che hanno insignito Leopard del 1° posto.


Facilità d’uso, stabilità e maggiore sicurezza rendono il nostro sistema operativo quello con cui potersi preoccupare il meno possibile del suo funzionamento e focalizzarsi sulle proprie attività, siano esse svago o lavoro.


Non per questo ovviamente si deve pensare che sia assolutamente esente da difetti: tutto quello che è creato dall’uomo è imperfetto e Mac OS X non fa differenza.


Ci sono alcuni bug ed alcuni comportamenti strani da parte del sistema, di cui i più evidenti si trovano nel Finder di Mac OS X.


Visualizzazione delle cartelle.


Con Leopard è possibile forzare il Finder a visualizzare sempre una cartella con una certa vista, ad Icona, ad Elenco o con CoverFlow.
Ma è sempre così?
Proviamo a farlo.
Mettiamo ad esempio la nostra cartella utente in visualizzazione ad icona, quindi digitiamo cmd+j e nel pannello delle opzioni vista selezioniamo Apri sempre in modalità ad icona.


Ora entriamo nella nostra cartella Immagini e mettiamola in modalità CoverFlow, scegliamo quindi di visualizzarlo sempre come modalità CoverFlow.


Fatto? Bene, ora usando i tasti di navigazione tornate indietro sulla cartella utente: verrà visualizzata in modalità CoverFlow, nonostante l’abbiamo forzata alla visualizzazione in Icona.
Strano, no?


Velocità d’accesso alla cartella.


Avete notato che ci sono delle volte in cui la velocità di accesso ai file delle cartelle, nonostante ci siano pochi elementi, è incredibilmente lenta?
Bene, questa velocità dipende dalla velocità con cui fate doppio click nel Finder.
Non ci credete? Aprite le Preferenze di sistema, andate a diminuire al minimo la velocità del doppio click e provate ad accedere ad una cartella con pochi file.
C’è voluto molto, per visualizzare i file, vero?
Ora portate al massimo la velocità del doppio click e rifate l’operazione, su una cartella diversa, però, altrimenti il contenuto rimane in cache e la visualizzazione è immediata.


Visto? facendo velocemente doppio click sulla cartella, il contenuto è visualizzato immediatamente.


Mantenimento delle proprietà delle finestre.


Se aprite una finestra e la allargate a tutto schermo, la richiudete, nel momento in cui l’aprite torna alle dimensioni in cui l’avete lasciata.
Quasi sempre.


Provate a creare l’alias di una cartella e trascinatelo sul desktop.
Quindi apritelo e allargate la finestra.
Richiudetela, riapritela. Ha le dimensioni che le avevate impostato, giusto?


Bene, ora riavviate. Quando il sistema sarà di nuovo utilizzabile, riaprite la cartella di cui avete l’alias sulla scrivania.
Si aprirà in dimensioni normali, non è vero?
Richiudetela e riapritela. Ora avrà la dimensione che avete impostato. Questo comportamento si ripeterà ad ogni riavvio del Mac.
Strano, non trovate?