iPhone: dove sono finite le scorte americane?

di Andrea "C. Miller" Nepori 9

apple-store-iphone-display-1-small.jpg

Procurarsi un iPhone in un Apple Store americano è diventata una missione impossibile. Nei flagship stores di New York, Chicago e San Francisco i commessi non sanno quando avranno a disposizione nuove scorte e persino l’Apple Store online indica tempi di consegna di 5-7 giorni. AppleInsider ha condotto una ricerca telefonica attraverso l’America e ha scoperto che la maggior parte degli Apple Stores ha terminato le proprie scorte di iPhone e una ricerca parallela di Gene Munster, analista di Piper Jaffray, ha confermato la situazione.

Questa notizia ha naturalmente lasciato campo aperto alle speculazioni sulle possibili cause di una tale carenza e Gene Munster, da buon analista che ipotizza per mestiere, ha affermato che c’è un 80% di possibilità che Apple stia esaurendo volontariamente le scorte perché si appresterebbe a lanciare una nova versione di iPhone molto prima del previsto. Tutti ci aspettiamo che Apple lanci il nuovo iPhone UMTS a giugno, in contemporanea alla presentazione ufficiale del nuovo Software 2.0 (anche se ieri abbiamo voluto farvi credere il contrario), e un anticipo di due mesi sembra francamente eccessivo.

L’analista di Piper Jaffray ha dato per sfavorita l’ipotesi che almeno ad occhio sembra la più plausibile: un disallineamento fra la domanda e l’offerta dovuto ad un semplice errore nella programmazione dei rifornimenti agli Stores. In questo caso però non è comprensibile una tale lentezza nella risoluzione di questo “shortage” visto che Apple ha già dovuto affrontare un simile problema la scorsa estate, quando dopo l’uscita di iPhone propose addirittura un servizio online grazie al quale gli utenti potevano sapere in tempo reale in quali Stores avrebbero trovato l’iPhone.

A meno che Apple non abbia voluto giocare a tutti un simpatico pescetto, nei prossimi giorni ne sapremo di più e naturalmente vi terremo informati.