Comandi Siri porta una svolta tramite l’aggiornamento iOS 13: tutte le novità sicure

di Gio Tuzzi Commenta

Proviamo ad analizzare più da vicino i punti di forza di Comandi Siri porta una svolta tramite l'aggiornamento iOS 13, secondo le informazioni attualmente disponibili

iOS 13
iOS 13

Ci sono diverse novità che avremo modo di toccare con mano tramite l’aggiornamento iOS 13 e tra queste spicca senza ombra di dubbio l’evoluzione assicurata da Comandi Siri. Una serie plus che faranno la differenza e coi quali andremo incontro ad un nuovo modo di interagire tra il sistema operativo nel suo complesso e l’assistente vocale lanciato da Apple qualche anno fa.

Senza troppi giri di parole, possiamo analizzare come segue i plus concepiti da Comandi Siri, in modo che tutti possano sfruttare il suo potenziale nel momento in cui lo stesso aggiornamento iOS 13 sarà a disposizione dei vari iPhone ed iPad compatibili, secondo quanto abbiamo avuto modo di raccogliere fino a questo momento:

    • Tempo e Luogo: D’ora in avanti, potrete creare scorciatoie che tengano conto dell’orario o del luogo in cui vi trovate. Si può creare automazioni tipo “attiva uno scenario HomeKit appena torno a casa e invia contestualmente un messaggio a mia madre che sono arrivato sano e salvo.” Oppure “Quando suona la sveglia attiva la musica su Apple Music, a meno che non abbia premuto il Ritarda.”
    • Apertura App: Potete impostare anche che un comando Siri si attivi ogni volta che aprite una determinata app. Esempio: “Quando apro l’app VLC, aumenta la luminosità del display all’80% e metti in muto le notifiche” oppure “quando avvio una registrazione video, blocca chiamate e notifiche” per non essere disturbato.
    • Sostituzione App: La feature di cui sopra essere utilizzata anche per sostituire applicazioni. Per esempio, potete far sì che, premendo l’icona della fotocamera nella schermata di blocco, venga aperta un’app alternativa di terze parti. Il caricamento è quasi istantaneo e le possibilità infinite. Per esempio, si può fare in modo che, toccando l’icona di Mail, parta invece Gmail, e così via.

Insomma, una ragione in più per attendere l’appuntamento di settembre, quando finalmente potremo scoprire i reali punti di forza e di debolezza dell’aggiornamento iOS 13, anche dal punto di vista di Siri. Che ne pensate di queste scelte strategiche che sono state concepite da Apple per migliorare il suo prodotto software? Fateci sapere, qualora abbiate già effettuato dei test all’interno dei programmi beta.