Macbook Air finalmente in consegna

di Michele Baratelli 7

jobs-macbookair2.jpg

Suonano alla porta (purtroppo non ci sarà Steve Jobs come nella foto qui sopra) ed è il fattorino di un corriere qualsiasi che vi fa firmare la ricevuta. Vi consegna un piccolo pacco. Se il pacco è leggero e notate un certo sorriso complice da parte del fattorino, allora nel pacco ci potrebbe essere proprio lui: il vostro nuovissimo Macbook Air!

I primi acquirenti del Macbook Air, per intenderci quelli che lo hanno prenotato subito dopo la presentazione al Macworld, stanno ricevendo in queste ore la notifica di spedizione del nuovo portatile. Attenzione, non tutti gli utenti però: solo quelli che hanno ordinato il modello base: 1.66Ghz e 80GB di hard disk. I perfezionisti che hanno modificato la configurazione o hanno voluto il disco da 60GB SSD (Solid State Drive) non hanno ancora ricevuto notifiche (si ritiene che potrebbero riceverlo a partire dal 6 febbraio).

E’ dunque in spedizione, ma nei negozi non è ancora arrivato, benchè Apple lo abbia annunciato già 2 settimane fa. Cosa sta a significare? Troppi ordini? Catena di produzione ancora lenta? Problemi di vario genere? No, niente allarmismi, noi italiani dovremo aspettare solo un po’ di tempo in più rispetto agli acquirenti americani, ma siamo certi che il nuovo gioiellino di casa Apple ci ripagherà di cotanta attesa.

air2.jpg

Se qualcuno prima di ordinarlo, volesse vederlo all’opera, potrebbe trovarlo nei negozi a partire da domani, purtroppo solo nei negozi americani. Tra qualche giorno, una piccola deviazione all’ Apple Store di Roma Est potrà forse consentirvi di mettere al più presto le mani sul nuovo portatile, per provarlo in prima persona o, magari, per acquistarlo direttamente. Dall’Apple Store di Lunghezza non hanno purtroppo potuto fornirci una data precisa.

E se qualcuno di voi ancora non conosce tutte le perle che serba in sè il MacBook Air, ci basterà ricordargli che durante il MacWorld 2008 Steve Jobs lo ha avuto sul palcoscenico per tutto il tempo senza che nessuno se ne fosse lontanamente accorto. E’ talmente sottile (con uno spessore che va dai 19 ai 4 millimetri) che sta in una comune busta per documenti; è talmente leggero (pesa solo 1,26 kg) che potreste dimenticare di averlo con voi!.

jenkins1.jpg

Sicuramente un ottimo acquisto per gli uomini d’affari che hanno bisogno di un supporto potente ma comodo da portare nella 24ore. Certamente a breve sui treni dei pendolari farà la sua comparsa e, ne siamo sicuri, desterà stupore e meraviglia nell’intera carrozza. Sarà anche la scusa per fare nuove conoscenze?

Per ora non ci resta che canticchiare il motivetto di Yael Naim, trentenne cantante israeliana, colonna sonora del mini-spot commerciale del Macbook Air.

I’m a new soul, i came to this strange world, hoping i coud learn a bit about how to give and take….(Sono una nuova anima, arrivata in questo strano mondo con la speranza di poter imparare qualcosina su come dare e avere)

Motivetto azzeccato, vero?