iPad Air 4, l’incredibile lavoro per il nuovo Touch ID

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple ha presentato il nuovo iPad Air 4, un tablet che si presenta completamente rivoluzionato rispetto ai modelli del passato della medesima categoria, avvicinandosi molto all’iPad Pro di ultima generazione.

Una trasformazione soprattutto estetica che però nasconde un lavoro piuttosto complesso, a livello di ingegneria, per la realizzazione del nuovo Touch ID. Per eliminare quasi del tutto le cornici laterali del display, rendendo questo iPad Air 4 molto più moderno dal punto di vista estetico, è stato necessario puntare su un nuovo tasto Home. Come infatti molti sapranno Apple ha inserito il sensore del Touch ID all’interno del tasto di accensione del dispositivo, posizionato quindi lateralmente.

iPad Air 4

Il complesso lavoro di ingegneria per il nuovo Touch ID dell’iPad Air 4

Un cambiamento importante che ha avuto sicuramente gli effetti sperati, ma che dietro nasconde un lavoro profondo ed alquanto complesso. Era infatti impossibile puntare sulla tecnologia True Depth del Face ID, proprio per mantenere i costi più bassi e quindi gli ingegneri Apple hanno pensato di inserire lo stesso il Touch ID, ma senza il classico tasto Home.

A tal proposito, nelle ultime ore, sono intervenuti in un’intervista del Podcast Same Brain della celebre iJustin, il VP dell’ingegneria hardware di Apple John Ternus e il VP del product marketing Bob Borchers . Un programma in cui si parla esclusivamente di innovazioni, non poteva non vedere protagonisti i fautori di questa novità assoluta in campo Apple, con il Touch ID integrato nel tasto di accensione del nuovo iPad Air 4. Questo lavoro è stato definito da loro come: “un’incredibile impresa ingegneristica necessaria per creare quel sensore di impronte digitali con tutte le sue capacità e la sua sicurezza, ma in un nuovo fattore di forma”.

Come funziona il nuovo Touch ID dell’iPad Air 4?

Hanno insomma dovuto implementare tutte le specifiche tecniche del comune Touch ID, presente nel tasto Home, in un tasto molto più stretto e piccolo ed a quanto pare non è stata assolutamente una passeggiata di salute. E’ stato importante poter garantire maggiore sensibilità ai sensori utilizzati, in modo da riconoscere l’impronta digitale semplicemente poggiando una piccola parte del dito ed il processo non è stato sicuramente molto semplice. L’idea di Apple è quella di creare sempre qualcosa di interessante ed inedito, o quanto meno di rendere perfetto un meccanismo già esistente come quello del Touch ID all’interno del tasto di accensione.