Navigazione anonima, ecco perché bisogna prestare più attenzione alla propria privacy

di Giovanni Tripodi Commenta

Nel corso della navigazione sul web, tanti utenti non si rendono minimamente conto dell’incredibile quantitativo di tracce che lasciano “per strada” mentre accedono a vari portali e piattaforme. L’indirizzo IP, in modo particolare, è il principale elemento che contraddistingue l’attività online di un utente. Così, spesso e volentieri, si mettono in atto dei semplici accorgimenti per evitare di diffondere così tante tracce della propria navigazione, come ad esempio camuffare l’indirizzo IP usando un server proxy.

Quest’ultima soluzione, però, non è sempre molto efficace, dato che non basta per nascondere tutte quelle attività che vengono svolte durante la navigazione sul web. Ecco spiegato il motivo per cui l’uso delle reti VPN è fondamentale per garantire una navigazione effettivamente anonima sotto ogni aspetto. Navigare in anonimo è molto importante per proteggere i propri dati e la propria privacy: proviamo a pensare quando ci troviamo in un luogo pubblico e ci connettiamo ad una rete Wi-Fi pubblica. Ebbene, senza usare i dovuti accorgimenti, c’è il rischio che qualche persona terza possa intrufolarsi all’interno di tale rete e conoscere i dettagli delle attività che vengono svolte online.

navigazione in incognito

La sicurezza delle reti VPN

Uno strumento come le reti VPN, invece, impedisce proprio che tale situazione si verifichi, tutelando la propria sicurezza cibernetica. Infatti, l’intero traffico web dei pc e dei server che vengono collegati a questa rete, viene fatto passare mediante uno specifico tunnel virtuale, che sfrutta internet come se fosse un semplice strumento di collegamento. Le reti VPN più affidabili e sicure sono quelle che sfruttano dei protocolli che si occupano della cifratura del traffico che passa sulla rete virtuale. Nella maggior parte dei casi, il tunneling si verifica cifrando e incapsulando i vari dati che, insieme al protocollo, finiscono all’interno del protocollo di rete pubblica. Quindi, i dati che passano attraverso la rete Wi-Fi pubblica non sono individuabili da parte di terzi, malintenzionati o meno, che vorrebbero mettere il naso su tali informazioni.

I vantaggi delle reti VPN

Sempre con maggiore frequenza, le reti VPN vengono utilizzate, quindi, da utenti che prestano più attenzione alla propria privacy mentre svolgono attività online, anche perché la navigazione in incognito non è più sufficiente. Con una configurazione perfetta, è chiaro che diventano uno strumento molto efficace per creare un importante alone di anonimato intorno alle proprie attività svolte sul web, ma al contempo vanno anche a ridurre sensibilmente il pericolo di essere intercettati. Ad esempio, usare una rete VPN permette anche di vedere quei contenuti che in un Paese sono bloccati, visto che i provider che offrono tali servizi possono contare su server che sono dislocati in tante nazioni su tutto il pianeta.