Mac OS X 10.5.7, due parole di approfondimento

di Tiziano Dal Betto 30

Ieri nella nottata è stato pubblicato da Apple l’aggiornamento a Mac OS X 10.5.7 per Leopard. Personalmente sono stato fortunato e ho dovuto scaricare solamente un pacchetto di 286 MB, come si vede dall’immagine di apertura dell’articolo, ma molti segnalano un download da 442 MB. Il Combo Update, che comprende tutti gli aggiornamenti da Mac OS X 10.5.0 in avanti pesa addirittura 729 MB.

A prima vista non è cambiato molto. Semplicemente osservando l’interfaccia o i programmi che sono stati toccati da questo aggiornamento, non si nota nulla. O almeno io non ho notato nessuna differenza. Eppure di lavoro alla Apple ne devono aver macinato parecchio, dato che ben 16.915 files sono stati almeno in parte modificati da Mac OS X 10.5.7.

Leggendo in giro per la rete, ad esempio su MacWorld, possiamo vedere l’impressionante lista di modifiche che sono state fatte, come si suol dire, sotto al cofano del sistema operativo di Cupertino: Rubrica Indirizzi, Automator, Dashboard, DVD Player, Exposé, Front Row, iCal, iChat, Mail, Anteprima, Spaces, Time Machine, Scambio documenti Bluetooth, RAID Utility, Installazione remota Mac OS X, System Profiler, Terminale e X11.

Sicuramente una lista molto lunga. Eppure non sembrava di avere tutti questi problemi con la versione precedente di Leopard. Certo, molti degli aggiornamenti sono stati fatti all’anima di Leopard, il suo cuore Unix: tra queste segnalo Apache 2 e PHP, così come le librerie Perl, i framework Python e Ruby.

Insieme a Mac OS X 10.5.7 è stato rilasciato anche l’aggiornamento della beta del browser Safari 4, che io avevo installato  già da tempo. Speravo che questo correggesse alcuni piccoli difetti che avevo trovato, ad esempio l’impossibilità di utilizzare il pannello di WordPress per inserire un link all’interno degli articoli (funziona solo nella visuale HTML). In realtà non solo il problema permane, ma ora ha smesso di funzionare anche l’upload in formato flash delle immagini. Probabilmente questo è dovuto a una qualche incompatibilità della nuova versione di Flash inclusa nell’aggiornamento, oppure alla nuova beta di Safari.

Piccole cose, rispetto a problemi più gravi segnalati da altri utenti. Molti, tra cui il nostro affezionato lettore Simone che ci ha inviato questo screenshot, lamentano l’impossibilità di aggiornare a causa di un errore di firma digitale.

Probabilmente questo è dovuto a qualche errore di trasmissione del pacchetto. La dimensione dell’aggiornamento è talmente elevata da poter causare problemi di questo genere. Per risolverlo, è sufficiente scaricare l’aggiornamento manualmente, oppure cancellare quello parzialmente scaricato da Aggiornamento Software.

Infine, anche Safari 3 è stato aggiornato alla sua versione 3.2.3, ovviamente per chi non ha già installato la beta della versione 4. L’unica novità è dovuta alla risoluzione di alcune vulnerabilità che potevano essere utilizzate per attaccare il computer.