Siemens: iOS 4.2 supporta una nuova tecnologia per reti cellulari

di Redazione Commenta

In base a quanto apprendiamo da MacRumors, tramite un post pubblicato sul blog Nokia Siemens Networks, è emerso che il recente aggiornamento di iOS 4.2 per i dispositivi mobili di Apple supporta una nuova tecnologia per reti cellulari denominata Network Controlled Fast Dormancy (NCFD).

NCFD permette da un lato di ridurre il carico sulle celle dell’infrastruttura di rete e dall’altro garantisce una maggiore autonomia per i cellulari che la utilizzano. L’idea alla base del suo funzionamento è molto semplice: invece di passare continuamente da uno stato “idle” ad un attivo, i cellulari transitano in uno stato “intermedio”.

Come si può leggere nel post citato, infatti, “Tutte queste connessioni e disconnessioni richiedono del tempo e possono causare una frustrante lentezza nell’acquisizione del segnale. D’altra parte, lasciare gli smartphone sempre in uno stato attivo consuma la batteria molto in fretta”.

Ecco allora la soluzione di Nokia Siemens Networks, che “ha introdotto un metodo tale per cui, invece di portare il cellulare in uno stato idle o lasciarlo sempre attivo, il cellulare rimane in uno stato intermedio. Da questo stato uno smartphone può svegliarsi molto più velocemente ed ha bisogno di emettere molti meno segnali verso/dalla rete per iniziare una connessione dati. Si ottiene una migliore reattività e una maggiore autonomia”.

Considerando che sia Nokia (già da un anno ormai) che Apple hanno adottato NCFD, è facile immaginare che presto anche gli altri vendor si allineeranno all’utilizzo di questa tecnologia. Dai risultati sperimentali effettuati in medio oriente è emerso che gli smartphone che la utilizzano riescono a raddoppiare quasi la loro autonomia, mentre in nord America è stato possibile ridurre del 50% i segnali scambiati tra i cellulari e la rete.

[via]