MagSafe di iPhone 12 può creare interferenze con dispositivi medici

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple ha rilasciato un nuovo documento di approfondimento sulla questione MagSafe di iPhone 12 e le possibili interferenze con dispositivi medici come defibrillatori e pacemaker.

Lo scorso ottobre, quando sono stati lanciati sul mercato i nuovi modelli di iPhone 12, Apple ha evidenziato come alcuni magneti presenti all’interno dello smartphone potessero creare interferenze con dei dispositivi medici. Nelle ultime ore, l’azienda di Cupertino, ha voluto creare un documento di supporto che spiegasse maggiormente la questione, perché quando c’è di mezzo la salute dell’uomo tutto deve essere ben chiaro.

MagSafe_iphone12

Cosa dice il documento Apple sulle interferenze del MagSafe di iPhone 12?

Ecco il comunicato ufficiale di Apple che spiega meglio tutto ciò che c’è da sapere sul MagSafe di iPhone 12 in relazione ad alcuni dispositivi medici: “I dispositivi medici come pacemaker e defibrillatori potrebbero contenere dei sensori che reagiscono alla vicinanza di magneti e radiofrequenze. Per evitare delle possibili interferenze con questi dispositivi, tieni l’iPhone e gli accessori MagSafe a una distanza di sicurezza dal dispositivo medico (più di 15 cm di distanza o più di 30 cm di distanza se stai caricando in modalità wireless). Consulta comunque il tuo medico e il produttore del dispositivo medico per richiedere informazioni specifiche.”

Queste interferenze possono avvenire anche con i vari accessori dello stesso MagSafe, quelli che in genere vengono venduti separatamente, perché anch’essi sono dotati di radiofrequenze. Anche chiaramente gli iPhone 12 si ritrovano nella medesima situazione perché al suo interno ci sono magneti e radiofrequenze che emettono dei campi elettromagnetici.

I consigli di Apple per chi si ritrova in particolari condizioni di salute

C’è però da evidenziare come per Apple il pericolo effettivo non sussiste quando si parla di iPhone 12, perché è vero che al suo interno ritroviamo più magneti, ma non è previsto assolutamente un rischio più grave di interferenze magnetiche con i dispositivi sopra elencati rispetto ai modelli precedenti.

E’ del tutto quindi a scopo precauzionale la consultazione di un medico nel caso in cui ci si ritrova ad avere un pacemaker. Apple ha voluto in un certo senso cautelarsi da possibili conseguenze rischiose con l’utilizzo di MagSafe di iPhone 12, chiarendo al meglio la questione, perché le interferenze esistono, sono state testate e bisogna capire se effettivamente potrebbero poi creare delle problematiche.

Chi si ritrova in condizioni particolari di salute e vuole acquistare un iPhone 12 o i vari accessori relativi a MagSafe, deve in primis consultarsi con il proprio medico e poter avere un quadro della situazione molto più chiaro, perché quando c’è in ballo la salute dell’uomo è indispensabile prendere tutte le dovute precauzioni.