iOS 7 e il supporto ai controller di terze parti

di Martina Oliva 2

Tra le tante novità annunciate sul palco della WWDC 2013 la presentazione di iOS 7 è stata sicuramente una tra le più attese.

iOS 7 supporto controller di terze parti

La nuova versione del sistema operativo per iDevice porta con sé tante, tantissime innovazioni gran parte delle quali sono state mostrate proprio nel corso dell’attesissimo evento di San Francisco. Tra le molteplici novità alcune, però, sono passate quasi inosservate così come nel caso del supporto ai controller di terze parti.

Durante la presentazione è stata infatti mostrata una slide riassuntiva di tutte le novità che gli sviluppatori potranno ritrovare all’interno del nuovo SDK dedicato a iOS 7. Sulla slide era presente anche la voce “MFi game controllers”, vale a dire Made for iOS game controllers.

Apple ha infatti inserito direttamente nell’SDK il supporto per i controllter di terze parti rientranti nel contesto del programma di licenza Made For iOS.

In tal modo Apple va quindi di porre rimedio ad uno tra i principali problemi con cui i produttori di gamepad si sono ritrovati a dover fare i conti sino a questo momento: la necessità per gli sviluppatori di giochi di scrivere software che si adattano obbligatoriamente all’hardware.

Con i nuovi strumenti di sviluppo viene dunque offerta un’interfaccia coerente che tutti gli sviluppatori possono sfruttare scrivendo solo una volta il codice.

Sul sito web degli sviluppatori sono inoltre state caricate delle linee guida sullo schema dei tasti che simili controller dovrebbero adottare.

iOS 7 supporto ai controller di terze parti

Stando agli schemi si potrebbe dunque assistere all’implementazione di una periferica di gioco collegabile direttamente all’iPhone, in modo tale da trasformarlo una vera e propria console portatile con tanto di pulsanti, sia dorsali sia frontali, e pad direzionale, e a quella di un controller classico con stick analogici, così come messo in evidenza anche da Touch Arcade.

Le implementazioni saranno sicuramente molteplici e non è neppure da escludere l’ipotesi che Apple possa avere in mente ambizioni più grandi, specie in relazione all’Apple TV. Si tratta di un dato da non sottovalutare e che potrebbe creare non pochi problemi all’Xbox di Microsoft e agli altri grandi nomi in fatto di gaming attualmente presenti sul mercato.

Via | The Verge