WSJ: è Roger Rosner il VP Apple che si occuperà dei libri di testo

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

L’evento Apple che si terrà domani al Museo Guggenheim di New York avrà a che fare con “l’istruzione”, ormai lo sappiamo bene. L’ipotesi più accreditata, che ormai in molti danno quasi come certezza, è che Apple possa lanciare nuovi strumenti per la realizzazione di libri di testo interattivi per iPad, in partnership con alcuni grandi incumbent del settore come l’editore McGraw Hill.
Ora il Wall Street Journal rincara la dose e scrive che il responsabile del nuovo progetto “libri di testo” all’interno dell’azienda è Roger Rosner, già Vice Presidente per le Productivity Application (ovvero la suite iWork).
Rosner fu assunto da Apple nel 2011 a seguito dell’acquisizione di BlueFish Labs, azienda di sviluppo software di cui era CEO.

Scrive il Wall Street Journal: “Il coinvolgimento di Mr. Rosner è segno di come Apple intenda dare peso alla creazione dei libri di testo, con una mossa che punta a cambiare la tipologia dei contenuti educativi attualmente disponibili sul mercato. Sottolinea anche come, in un momento in cui i libri di testo e tutti i media tendono a diventare digitali, per le aziende tecnologiche sia diventato importante spingere le media companies alla creazione di contenuti digitali con i propri software o in formati compatibili con i propri dispositivi e servizi”.

Non è dato sapere se Rosner domani salirà sul palco durante l’evento newyorchese. In quel caso non sarebbe il suo debutto: al Moscone Center, lo scorso giugno, illustrò alcune delle novità di iCloud al folto pubblico della Worldwide Developer Conference. E’ invece molto probabile che domani a “condurre” il keynote possa essere Eddy Cue, il Senior Vice President Apple per gli Internet Services.