Apple Watch, durata della batteria

di Andrea "C. Miller" Nepori 7

Quanto dura la batteria dell'Apple Watch? E' una domanda ricorrente dopo l'evento di ieri. Apple ha detto quasi tutto sul suo futuro orologio, anche come lo si caricherà, ma nemmeno un accenno all'autonomia.

Per fortuna che ci sono i giornalisti di Re/Code e la loro estrema familiarità con l’ufficio stampa di Cupertino. Apple ha scelto ancora una volta John Paczkowski per fornire – in maniera pur sempre evasiva – un’informazione che tanti speravano di ottenere in via ufficiale durante il keynote di martedì scorso.

charging_medium

“Ci sono molte nuove tecnologie dentro l’Apple Watch e pensiamo che alle persone piacerà molto utilizzarlo durante tutto il giorno”, ha detto la portavoce Apple Natalie Kerris al giornalista di Re/Code. “Presupponiamo che le persone lo caricheranno durante la notte, motivo per cui abbiamo progettato una soluzione di carica innovativa che combina la nostra tecnologia MagSafe e il caricamento induttivo”.

Tradotto dal PR-ese, significa che Apple al momento si aspetta una durata della batteria pari ad una giornata, indicativamente 12 ore. E’ ancora poco per sbaragliare la concorrenza, però, ed Apple lo sa. Tanto che secondo Paczkowski gli ingegneri di Cupertino sperano di poter affinare il prodotto in maniera sensibile prima del lancio del 2015 per poter ottenere una durata della batteria maggiore rispetto allo standard attuale.

Nessuno si aspettava davvero che la batteria dell’Apple Watch potesse durare giorni, al plurale, come avviene per alcune soluzioni wearable pensate più specificamente per il fitness e prive di display.
Un monitor e le funzioni integrate nel dispositivo sono automaticamente sinonimo di consumo energetico elevato, non è possibile pensare di avere un display su un dispositivo di quelle dimensioni e di ottenere allo stesso tempo una durata della batteria superiore alla giornata.

La necessità di caricare l’Apple Watch durante la notte tuttavia rende impossibile un utilizzo che, a detta di molti possessori di smart band, è particolarmente soddisfacente: il monitoraggio costante della qualità del sonno. La prima versione dell’Apple Watch, questo è poco ma sicuro, non potrà fare niente di simile. Così è anche per gli smart watch della concorrenza, ovviamente, ma da Apple, si sa, ci si aspetta sempre qualcosa in più.