Utilizzare l’iPhone alla guida: cosa si rischia con la nuova legge

di Gio Tuzzi Commenta

Utilizzare l'iPhone alla guida diventa molto più rischioso, visto che ora sappiamo cosa si rischia con la nuova legge per gli utenti. Tutti i dettagli del caso

Tempi duri per chi in questi mesi ha deciso di utilizzare l’iPhone alla guida, così come qualsiasi altro smartphone. L’aumento preoccupante di incidenti dovuti proprio alla distrazione dei guidatori attratti dal mobile, infatti, pare abbia indotto il governo a far passare una legge con la quale le pene diventeranno molto più dure per l’utenza.

Fino ad oggi chi veniva fermato mentre era intento ad utilizzare l’iPhone alla guida rischiava tra i 160 e i 646 euro di multa, con riduzione fino a 112 euro pagandola entro 5 giorni, oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente. Ora invece si può arrivare fino a 3 mesi di sospensione della patente, come dichiarato dal viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini:

“Il cammino del nuovo codice della strada è finalmente ripreso, ma abbiamo fatto una considerazione: potremmo intervenire con un decreto già a maggio, per anticipare quelle che sono le due grandi emergenze da affrontare il più rapidamente possibile”.

A sottolineare la gravità del problema ci ha pensato il direttore nazionale della polizia stradale Giuseppe Bisogno:

Siamo di fronte a una vera e propria emergenza, c’è un’intera generazione che arriva alla guida abituata a usare il cellulare da quando aveva 11, 12 anni e continua a farlo anche al volante, senza alcuna cautela”.