Nascondere e proteggere file e cartelle su Mac OS X

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Come faccio a proteggere un file o una cartella su Mac OS X con una password? Come faccio a nascondere un file o una cartella?
Sono due delle richieste che ciclicamente capita sempre di ricevere, soprattutto da amici e conoscenti che magari hanno comprato da poco un nuovo Mac.
OS X offre più di una soluzione al problema. Vediamo insieme qualche metodo utile per nascondere, proteggere con password o criptare i dati di un Volume o di una cartella su Mac.

Il metodo chflags

Se il file o la cartella che volete nascondere non ha bisogno di un particolare livello di sicurezza, ma deve solo essere nascosta da occhi indiscreti, allora potrebbe bastare il comando chflags.

Aprite il terminale e digitate questa linea:

chflags hidden /percorso/assoluto/del/fileocartella

Vi ricordo che, per fare prima, potete selezionare il file o la cartella in questione e trascinarla sul terminale dopo aver scritto la prima parte del comando. In questo modo comparirà in automatico il percorso assoluto.

La modifica è immediata. Non appena darete invio il file o la cartella spariranno dalla vista. Attenzione, però. Con il comando “ls” da terminale l’elemento sarà ancora presente. Con chflags lo avrete solamente “escluso” dalla GUI.
Per rendere nuovamente visibile il file o la cartella utilizzate questo comando:

chflags nohidden /percorso/assoluto/del/fileocartella

Creare uno zip con password

Un altro metodo semplice e rapido per nascondere file e cartelle è quello di comprimerli in uno zip protetto da password. Non è certo un metodo nuovo e ve ne avevamo già parlato un paio di anni fa in questo nostro articolo: “File zip protetti da password su OS X con il Terminale”.

Anche in questo caso si passa dal Terminale. Il comando da digitare è questo:

zip -re NomeArchivio PercorsoCartellaoFile

Anche in questo caso potete trascinare il file o la cartella sul Terminale per fare prima e non digitare a mano il percorso specifico.
Premete invio e il Terminale vi chiederà di inserire una password e poi di verificarla. A questo punto l’archivio Zip protetto verrà creato e lo troverete nella posizione in cui vi trovate. Per questo è conveniente, per fare prima, posizionarsi con il Terminale nella stessa cartella in cui già risiede il file o la folder da zippare (Lion Tip: aprire il terminale in una cartella specifica)

Per aprire il file zip così ottenuto dovrete ricorrere nuovamente al Terminale e usare il comando

unzip percorsoArchivio.zip

Criptare o un volume o creare un dmg protetto da password

Qualche mese fa ci siamo occupati di un nuovo metodo introdotto da Mountain Lion che ci viene in aiuto per nascondere in maniera più efficace possibile i dati in un volume esterno: “Proteggere dispositivi e cartelle con password su OS X Mountain Lion”.

i due metodi evidenziati in quell’articolo sono ancora i più efficaci a disposizione di chi vuole proteggere davvero dati sensibili. Se il “metodo chflags” e lo zip con password possono essere utilizzati per dati di relativa importanza, il criptaggio di un volume con questo sistema offre qualche sicurezza in più.

Nell’articolo viene spiegato come utilizzare anche un altro metodo, più “datato” che permette di fare la stessa cosa per un immagine disco (un .dmg) che non coincide necessariamente con un volume esterno. Anche in questo caso il metodo è relativamente sicuro, anche se esistono metodi per il cracking di file protetti in questo modo. Sia chiaro quindi che se le indicazioni suggerite possono andare bene per nascondere e proteggere file con informazioni sensibili personali, non sono esattamente adatti per segreti industriali e chiavi di armamento nucleari. A meno che non facciate parte dello staff di Kim Yong-Un non dovrebbe essere un problema.