Pink, Microsoft Phone con Verizon dal 2010?

di Redazione 7

Il 2010 potrebbe essere per Microsoft un anno dai colori più accesi: dopo aver “inventato” il “blue screen of death” e lo Zune marrone, l’azienda di Redmond potrebbe immettere sul mercato già l’anno prossimo Pink, un nuovo telefono cellulare in collaborazione con Verizon. Dopo questa notizia bomba, peraltro fornita dal The Wall Street Journal, credo sia il caso di puntualizzare la questione, anche solo per evitare di creare aspettative infondate. Non solo Microsoft e Verizon sono collegate in questo rumor perché nascosta dietro l’angolo potrebbe esserci la solita HTC. Vuoi vedere che il vero iPhone Killer potrebbe essere prodotto proprio da Microsoft?

In settimana anche noi di TAL abbiamo ripreso un rumor che vedeva Apple e Verizon interessate a siglare un accordo di esclusiva per l’anno prossimo, il 2010. Sembra quasi un controsenso il fatto che ora Verizon sia stata accostata a Microsoft per il lancio dell’ipotetico Pink Phone. Non c’è da stupirsi però: molto probabilmente è Verizon stessa che in quest’ultimo periodo intensifica i contatti per poter presto avere a listino uno dei futuri “cellulari dei desideri“.

È quindi normale che a margine di riunioni preliminari spuntino fuori voci incontrollate di questo tipo e ripeto, non c’è da meravigliarsi se Verizon abbia voglia di portare nel suo listino uno dei futuri “Killer Phones”.

Resta invece da capire il ruolo di Microsoft che attualmente è impegnata nel rilascio di Windows Mobile 6.5 pensando già al lancio di Windows Mobile 7 del prossimo anno. Difficile che Microsoft si metta a produrre da sé un telefono quando invece potrebbe, idealmente come ha fatto Google con Android, brandizzare un cellulare della solita HTC come il prossimo Diamond2.

Accanto al nuovo Pink, futuro Microsoft Phone, il prestigioso “The Wall Street Journal” indica come probabile l’arrivo anche di nuove features che definisce simili a “multimedia” e “App Store” presenti nel melafonino.

Staremo attenti alla vicenda per informarvi sugli sviluppi delle trattative con Apple e Microsoft di Verizon che forse non ha ben presente quel nostro detto che recita che “chi troppo vuole, nulla stringe“.

[via]