Tutte le novità del nuovo GarageBand

di Giovanni Biasi 5

Tra gli aggiornamenti di maggior rilievo introdotti all’evento Apple del 22 Ottobre troviamo senza dubbio quello riguardante GarageBand. A differenza delle altre applicazioni iLife e iWork, questa è da oggi offerta in formula gratuita a chiunque, e quindi non soltanto a chi attiva un nuovo dispositivo Mac o iOS; ciò significa che, recandovi all’interno del Mac App Store o dell’App Store su iPhone, iPad o iPod Touch, avrete modo di scaricarla senza sborsare un solo centesimo. Per avere a disposizione la raccolta completa dei suoni, dei loop e dei batteristi (vedremo poi a cosa ci stiamo riferendo) , però, occorre effettuare un acquisto in-app una tantum al costo di 4.49€.

Vediamo di seguito le altre novità principali introdotte dal nuovo GarageBand. 

garageband aggiornamento 1

Design e interfaccia

Ogni aggiornamento che si rispetti parte dal design e dall’interfaccia utente, in modo che chi si trova ad utilizzare l’applicazione si renda conto immediatamente che è cambiato qualcosa. Il nuovo GarageBand è stato completamente ridisegnato sia su Mac che su iOS, e mostra adesso un look più agile ed intuitivo. Aggiornati graficamente Accordatore ed Equalizzatore, e aggiunto inoltre un sistema di aiuti veloci grazie al quale è possibile ottenere informazioni sulle funzioni disponibili.
Aumentato infine il numero delle tracce supportate: sui dispositivi iOS con chip Apple A7 (e quindi iPhone 5s, iPad Air e iPad mini di seconda generazione) sono adesso 32, e 16 sui precedenti (ma comunque non precedenti a iPhone 4s, iPad 2 e iPod Touch di quinta generazione).

garageband aggiornamento 2

Drummer

Ma un aggiornamento che si rispetti non può di certo fermarsi al design, no? Esatto, no. E per questo è stata introdotta una funzione davvero interessante per tutti i musicisti in ascolto: Drummer. Grazie alla nuova caratteristica, è possibile aggiungere alle proprie canzoni un accompagnamento automatico sullo stile di famosi batteristi, che si occupi di seguire le indicazioni dell’utente e accompagnare così il brano, suonando ed evolvendosi in background a seconda di tempi, ritmi e caratteristiche. Col download gratuito dell’applicazione sarà disponibile un solo batterista, Kyle, ed è possibile ottenere il set completo grazie all’acquisto in-app di cui vi parlavamo sopra (quello a 4.49€).
Drummer, con le sue innumerevoli potenzialità, rappresenta senza alcun dubbio la più interessante aggiunta in questo nuovo GarageBand.

garageband aggiornamento 3

I suoni e il supporto a iCloud

Concludiamo questa disamina del nuovo GarageBand parlando dei nuovi suoni e dell’integrazione del supporto alla piattaforma iCloud. Sia su Mac che su iOS la libreria dei suoni disponibili è stata aggiornata in modo considerevole, ma per accedere alla versione completa e quindi a qualsiasi elemento messo a disposizione da Apple è necessario effettuare l’acquisto in-app, come già accennato. È una tantum (e vale su tutti i dispositivi), costa 4.49€ e offre il pacchetto completo di suoni, loop e batteristi.
Di sicuro rilievo è poi l’integrazione con iCloud, che ha un po’ toccato anche il resto delle app delle suite iLife e iWork: adesso è possibile tenere aggiornati i progetti GarageBand in contemporanea su ogni dispositivo su cui è installata l’applicazione, ed è inoltre possibile cominciare un pezzo su iOS per poi importarlo su Mac e lavorarci comodamente da lì.

GarageBand è disponibile per il download gratuito su Mac App Store (su Mac si presenta come una applicazione tutta nuova, e non come un’aggiornamento della precedente) e App Store.