L’intervista. Il Trio Medusa ama la Mela!

di Paolo Petrone 8

triomedusa intro

I ragazzi del Trio Medusa (al secolo Gabriele Corsi, attore, Furio Corsetti, architetto e Giorgio Maria Daviddi, biologo – NDR), celeberrimi per gli splendidi servizi su “Le Iene” e la meravigliosa verve con cui tengono compagnia agli italiani su Radio Deejay, sono instancabili amanti del mondo della Mela.

Noi di theAppleLounge lo abbiamo scoperto grazie ad alcuni video in cui “valorosamente” portano il proprio Macbook Pro sul campo di battaglia.
E così per scoprirne di più su cotanta passione siamo andati a trovarli per un’esclusiva intervista.

trio medusa macbook
Gabriele Corsi mostra a Mancini, allenatore dell’Inter, un filmato dal Macbook Pro.

Un grande benvenuto al Trio Medusa, che ci onora della sua presenza “virtuale” qui sulle pagine di theAppleLounge. Ma nel vostro trio usate tutti il Mac o c’è qualche “pecora nera”? E che modello usate in particolare?
trio medusa iconaSiamo tutti targati Mela, tranne Furio che da tre anni tiene in casa un PowerBook 15″ con lo schermo rotto a causa di una caduta (del Mac, non sua). Gabriele possiede un PowerBook 12″ e sta pensando ad un iMac per casa, Giorgio è quello che ha iniziato a diffondere il virus di Cupertino all’interno del Trio. Ha avuto un PowerMac G4, un PowerMac G5, un PowerBook 15″ sostituito da un MacBookPro 15″ da pochissimo tempo causa improvviso spegnimento della luce del monitor, un iMac 20″ per uso casalingo. Tutti e tre con svariati iPod di tutte le generazioni ed in attesa dell’iPhone.

Toglieteci una gran bella curiosità: nella redazione del programma “Le Iene” siete gli unici ad utilizzare un Mac? Come ci si sente ad essere “osservati”?
trio medusa icona No, no.
Siamo un bel po’ di Iene ad utilizzare i Mac.
A memoria citiamo Marco Berry e Andrea Pellizzari.
Anche alcuni autori si cibano della nostra mela preferita.

Peggio affrontare Sgarbi o un crash in Windows?
trio medusa iconaAh, i crash di sistema… quanto tempo da quando non ne vediamo più uno… già, da quando siamo passati al Mac. Dunque, meglio Sgarbi, c’e’ sempre un motivo per le sue incazzature.

[Continua dopo il salto.]


Ma quando siete andati da lui, non avrete mica portato i vostri Mac con voi?! Magari temevate più per l’incolumità dei vostri gioielli che per la vostra…
trio medusa iconaSinceramente, ogni volta che portiamo in giro i nostri “pargoletti” argentati temiamo sempre per la loro incolumità. Anche perchè sapete bene quanto costa doverli portare dal dottore!

Proprio Sgarbi nel salotto di Paolo Limiti diceva che siete “neri e iellatori”, ma come, le “iene non portano bene”? Per dimostrarcelo riuscireste a fare un incantesimo per far sbarcare al più presto l’iPhone anche in Italia?
trio medusa iconaPotremmo chiamarlo AhiPhone! Non si capisce bene cosa dovrà accadere al gioiellino. Recentemente siamo stati alle Maldive e tutti i maldiviani ne erano provvisti. Suggeriamo quindi di trasferirci tutti in un atollo per fare delle lunghe telefonate a casa.

Viste le recenti disavventure della nostra classe politica, per risollevare il nostro paese non pensate sia meglio diminuire il numero dei parlamentari e aumentare il numero dei Mac per famiglia?
trio medusa iconaMa state scherzando? Volete che le cose comincino a funzionare? Poi sapete quanto sarebbe difficile spiegare ai nostri politici che alla parola Mac non sempre deve seguire “menu”?

In che modo nel vostro lavoro il Mac vi dà una marcia in più rispetto a Windows nell’aggredire la notizia? Nei vostri servizi sembra che lo utilizziate esclusivamente per mostrare dei video al malcapitato di turno…
trio medusa iconaA parte che andare all’arrembaggio di un personaggio per mostrargli un video non è cosa da sottovalutare. Immaginate di doverlo fare con portatile con sistema operativo Windows: “aspetti, si è bloccato il programma… un attimo che riavvio il sistema… no, devo premere ctrl,alt,canc… scusi, ancora 5 minuti che si sta riavviando… no aspetti, facciamo subito… aspetti, aspetti!”. Più seriamente, a volte abbiamo montato i video che dovevamo mostrare agli intervistati in macchina durante i trasferimenti grazie ad un Mac ed una telecamera dotata di firewire (senza dover cercare i driver per fortuna).

Se poteste fare una classifica, ci rivelate i software che più utilizzate e di cui non potreste proprio fare a meno?
trio medusa iconaA parte quelli piratati? Scherziamo… chi mai fa uso di programmi illegali? Dunque, qual era la domanda? Passaparola!

 

Da appassionati avrete sicuramente seguito il MacWorld 2008 di San Francisco e le ultime novità lanciate da Steve Jobs. Siete pronti a sbarazzarvi dei vostri Mac per abbracciare il nuovo “MacBook Air”?
trio medusa iconaEh no! Cavolo! Ho appena sborsato litri di sangue per un MacBookPro e Steve fa uscire un portatile come l’Air senza avvisarmi?[sfogo personale di Giorgio]
Cosa c’entra Michael “Air” Jordan con i computer? [commento di Furio]
Aiuto! Il mio Mac fa le Air… deve aver preso da me. [risposta di Gabriele]

Questa vostra passione per la Mela si alimenta anche frequentando siti specializzati nel mondo Macintosh? E quando navigate siete più alla ricerca di news o di nuovi software?
trio medusa iconaSiamo sempre in attesa dei Keynotes di Stevie (che salutiamo calorosamente). Da lui aspettiamo sempre qualcosa di nuovo. Vorremmo un computer a forma di mela, che odori di mela e che sappia anche di mela. Con una donna nuda che lo tenga nel palmo di una mano. Abbiamo anche il nome: l’Apple Proibito.

Ci auguriamo che abbiate almeno dato una sbirciatina a theAppleLounge… (Speriamo non ci vogliate riservare una delle vostre celebri risate!)
trio medusa iconaCerto che no… AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH…
Scusate, ci è scappata.

 

 

[intervista a cura di Maurizio Masciavè e Paolo Petrone]

Servizio del Trio Medusa sui cori razzisti contro il calciatore Zoro, andato in onda su “Le Iene“.
Nel filmato potete apprezzare il MacBook Pro tra le mani di Gabriele Corsi.

Contributo del Trio Medusa nell’introduzione al video “Ombrelloni” di Simone Cristicchi.
Nel filmato Furio Corsetti non “molla” per un secondo il Macbook.