Apple vuole Kinect e acquisisce PrimeSense?

di Lorenzo Paletti Commenta

kinect-microsoft1

XBox One è la nuova console casalinga di Microsoft, e arriva sugli scaffali di tutto il mondo tra pochissimi giorni. La compagnia di Redmond ha puntato tutto su Kinect, il sensore-fotocamera in grado di riconoscere la posizione esatta del giocatore nello spazio. È notizia di queste ore che Apple avrebbe acquistato PrimeSense, la compagnia israeliana di semiconduttori che ha avuto un ruolo fondamentale nella produzione di Kinect.

L’acquisizione, che viene raccontata dal giornale israeliano Calcalist, sarebbe costata ad Apple 345 milioni di dollari. L’operazione sarebbe ormai completata, e Apple avrebbe intenzione di annunciare la recente acquisizione nelle prossime due settimane. PrimeSense ha lavorato a stretto contato con Microsoft mentre la compagnia di Redmond stava sviluppando Kinect per XBox 360.

Chip, tecnologia e software di PrimeSense sono stati utilizzati per creare la prima generazione del sensore di Microsoft, mentre la seconda generazione (quella fornita con ogni XBox One) è stata costruita esclusivamente da Microsoft. Questo ha spinto la compagnia israeliana a concentrarsi sulla vendita, le tecnologie necessarie alla costruzione di robot, e alle industrie legate alla salute, oltre al gaming e alla tecnologia da salotto.

Voci di corridoio che davano Apple interessata all’acquisizione erano arrivate proprio all’inizio dell’anno da Calcalist. Al tempo si diceva che Apple avrebbe offerto 280 milioni per l’acquisizione i PrimeSense, e se le indiscrezioni dell’ultima ora fossero fondate, sarebbe il secondo grande acquisto per Cupertino in terra israeliana dopo Anobit. Quest’ultima, specializzata in memorie flash, era costata ad Apple 400 milioni di dollari nel gennaio del 2012.

La tecnologia di PrimeSense è attualmente utilizzata in 20 milioni di dispositivi venduti in tutto il mondo, inclusi sensori montati in smartphone e tablet. Mentre i rumor di un televisore Apple continuano a ripetersi, e la data di uscita del dispositivo è fissata per un generico 2015, non è difficile immaginare che PrimeSense verrà utile ad Apple per conquistare il salotto.

[via]