Apple chiede a Wintek di aumentare la produzione di pannelli touch

di Gabriele Contilli Commenta

Il Digitimes riporta che in questi giorni Apple ha deciso di trasferire gli ordini relativi alla produzione di pannelli touch da TPK Touch Solutions (uno dei principali fornitori) a Wintek, a causa dei ritardi nella produzione del primo.

La notizia riportata qualche giorno fa quindi, potrebbe non essere completamente vera: ad avere problemi nella consegna dei pannelli ordinati non sarebbe Wintek ma TPK Touch Solutions, che si sarebbe successivamente tradotto in un aumento della produzione da parte di Wintek per soddisfare le richieste di Apple.

Per venire incontro alle esigenze di Cupertino, inoltre, Wintek starebbe pensando ad un ampliamento significativo della propria linea di produzione, con l’installazione di nuovi impianti anche a Dongguan, a sud della Cina:

“Wintek has recently announced a plan to set up a touch panel module production line in Dongguan, southern China, and the company is evaluating another plan to expand the capacity for front-end touch panel production.”

Da notare che l’attuale capacità produttiva di Wintek è sufficiente a soddisfare la domanda di pannelli touch da parte di Apple, ma visto il crescente interesse nei confronti di questa tecnologia, i dirigenti di Wintek hanno ben pensato che un’espansione dei propri stabilimenti non possa che giovare all’azienda stessa, aumentandone il potenziale produttivo.

A quanto pare, la produzione dell’iPad sembra incappare in una serie di imprevisti consecutivi; proprio ieri vi riportavamo la notizia dell’ordine da parte di Apple di 3 milioni di display con tecnologia IPS a Samsung, molto probabilmente l’ordine al produttore coreano serve a prevenire altri colli di bottiglia nella produzione del tablet (LG Display, il principale fornitore di display IPS, si deve occupare di produrre ben 10 milioni di display per Apple).

Tutto sommato, sembra non ci siano ritardi (annunciati) nella commercializzazione di iPad che, almeno sul suolo americano, rimane confermata per il prossimo 3 Aprile.

[Via|DigiTimes]