iPad: come procedono i pre-ordini?

di Andrea "C. Miller" Nepori 6

Esattamente una settimana fa Apple ha aperto ufficialmente i pre-ordini dell’iPad. Al momento non è stato ancora fornito alcun dato ufficiale circa l’entità della domanda e c’è da aspettarsi, a questo punto, che Apple non dica nulla a riguardo almeno fino alla settimana successiva a sabato 3 aprile, data ufficiale di commercializzazione del dispositivo negli Stati Uniti.

A tirare le prime somme ci ha pensato Daniel Tello, un “amatore” che non ha nulla da invidiare ad analisti professionisti come Munster, Abramsky e Co.. Tello ha raccolto i numeri d’ordine inviati da alcuni volontari sin dalle prime ore dopo l’apertura delle prenotazioni dell’iPad ed eliminando dal conto gli ordini “standard” di altri prodotti è riuscito ad ottenere delle stime abbastanza precise: 200.000 iPad preordinati ad oggi, ma senza contare quelli prenotati per il ritiro presso un Apple Store il 3 aprile, che potrebbero essere altrettanti.

Il metodo applicato da Tello ha consentito di stimare che nel corso del primo venerdì c’è stata una vera e propria esplosione di pre-ordini: 50.000 mila circa nelle prime due ore dall’apertura delle prenotazioni per un totale di circa 120.000 nel primo giorno. Il trend è pero poi crollato rapidamente durante il sabato e la domenica, per poi stabilizzarsi sulla media attuale di 10.000 iPad prenotati al giorno.


Le stime relative al numero di iPad prenotati per il ritiro presso un Apple Store arrivano invece dalle fonti di Boy Genius Report, secondo cui nel primo weekend sono stati circa 150.000 gli iPad ordinati con questo metodo durante lo scorso weekend. L’analogia fra i numeri di questa tipologia d’ordini e quelli relativi agli ordini che invece verranno spediti a domicilio rivela due trend simili e permette di stimare in circa 400.000 gli iPad già venduti fino ad oggi.

L’impressione è che se degli errori di calcolo ci sono potrebbero essere per difetto. In ogni caso se questi numeri si rivelassero esatti anche solo in un intorno di qualche decina di migliaia di unità saremmo di fronte ad un successo sensazionale per un dispositivo che praticamente nessuno degli acquirenti ha ancora toccato o preso in mano.

Anche il Wall Street Journal avvalora la tesi del “successo preventivo” di iPad. Secondo le fonti citate nell’articolo della solita Yakari Iwatari Kane, i Tablet già pre-ordinati sono centinaia di migliaia ed Apple potrebbe venderne in tre mesi più di 1.200.000 ovvero il numero di iPhone EDGE venduti nei primi 120 giorni successivi al lancio dello smartphone nel giugno del 2007.
[via | Photo]