Apple allarga il suo trademark a orologi e gioielli

di Lorenzo Paletti Commenta

jewelryApple alla rApple, lo scorso giugno, aveva cominciato a coprire con trademark il termine iWatch. Lo ha fatto in diversi stati, lasciando intuire che stesse realmente lavorando ad un dispositivo da polso da lanciare sul mercato. Ora Apple ha modificato le sue registrazioni per i nomi dei suoi prodotti in modo che coprano anche elementi di gioielleria e orologi.

Sono 45 le categorie in cui i trademark sono suddivisi. Orologi e gioielli fanno parte della Classe 14, che si concentra su metalli e pietre preziose, oltre che prodotti che sono fatti da quei materiali. Benché diversi dispositivi di Apple coperti da trademark in passato facessero parte di questa Classe, solo ora l’azienda di Cupertino si sta muovendo perché il suo marchio possa essere protetto anche quando applicato a dispositivi che non sono computer e smartphone.

Tra gli stati dove Apple ha allargato il trademark c’è anche l’Ecuador. Qui l’azienda di Cupertino ha chiesto di aggiungere la protezione ai dispositivi che portano il suo marchio e rientrano in categorie che hanno a che vedere con:

Gioielli, orologi, prodotti in materiali preziosi o ricoperti di materiali preziosi, gemelli, portachiavi, timer, spille e ornamenti in materiali preziosi o ricoperti di materiali preziosi, fermacravatte, braccialetti, collane, medaglie, catenelle, bottoni, decorazioni, sculture.

Un simile documento è stato depositato in altri paesi come il Messico, la Norvegia e il Regno Unito.

Nonostante tutti questi indizi indichino l’imminente lancio di iWatch, Apple deve ancora fare la sua mossa. Tim Cook ha solo espresso un grande interesse nel settore, mentre le voci di fonti affidabili come quelle legate a New York Times e Wall Street Journal sostengono che Apple stia certamente lavorando ad un dispositivo chiamato iWatch. Una stima della data di lancio? Il prossimo autunno.

[via]