Adobe CS5: PowerPC addio

di Tiziano Dal Betto 1

byebyeppc

Adobe “seguirà le orme di Apple” e abbandonerà la piattaforma PowerPC con la prossima release della sua Creative Suite. L’annuncio è stato dato con largo anticipo rispetto all’uscita della prossima suite in modo che gli utenti sappiano per tempo che sarà necessario pianificare un aggiornamento hardware per aggiornare alla versione 5 della CS. In una nota presente nelle FAQ del supporto per la piattaforma PowerPC di CS 4 si legge che “gli utenti della Creative Suite beneficiano della possibilità di lavorare su hardware e sistemi operativi di ultima generazione” e che “la maggior parte degli utenti di piattaforma PowerPC sono già passati ad utilizzare configurazioni più moderne, il che porta Adobe a sospendere il supporto per i sistemi basati su PowerPC”.

John Nack, project manager di Photoshop, sul suo blog afferma che nonostante i più giovani sistemi basati su PowerPC siano vecchi di soli 4 anni e siano ancora delle ottime macchine, gli utenti che in questo lasso di tempo non hanno provveduto ad aggiornare i propri sistemi non avranno neppure fretta di passare alla prossima versione della Creative Suite. In pratica, spiega Nack, il tempo e le risorse per lo sviluppo non sono illimitati, così, dato che si è in un periodo di transizione verso una release nativa a 64 bit, col passaggio da Carbon a Cocoa, Adobe deve progettare il suo software per il futuro e non per il passato.

Verranno supportati tutti i sistemi basati su processore Intel, sia a 32 che a 64 bit, in un singolo eseguibile che conterrà entrambe le versioni e non sarà necessario avere Snow Leopard, anche se probabilmente Tiger sarà escluso dai requisiti minimi.  Adobe aveva già abbandonato la piattaforma PowerPC per le sue applicazioni video professionali, così la transizione di CS5 non giunge inaspettata. Prodotti come Acrobat Reader e Flash Player invece resteranno sempre disponibili come Universal Binaries.

[via]