Nokia denuncia Apple per violazione di proprietà intellettuale. Di nuovo

di Redazione 13

nokia-vs-apple

Nokia continua la sua campagna “giudiziaria” (ma soprattutto mediatica) contro Apple e questa volta propone le sue rimostranze alla Commissione del Commercio Internazionale statunitense (ITC). Secondo l’azienda finlandese, Apple avrebbe violato la proprietà intellettuale riguardante specifiche tecnologie brevettate da Nokia, tecnologie che “quelli di Cupertino” avrebbero applicato non solo ad iPhone ma anche ai vari iPod e computer.

Per poter portare avanti una campagna di questo tipo, Nokia deve avere l’assoluta certezza delle proprie argomentazioni: il rischio è quello di una figuraccia colossale. Allo stesso tempo sembra strano che Apple, sempre in primo piano per tutelare i propri brevetti, abbia preso spunto “così spudoratamente” dal primo produttore di telefoni cellulari. Non tocca sicuramente a noi dare una risposta alla vicenda e i processi mediatici non fanno bene a nessuno: certo però che leggere che Apple ha copiato la “user experience di Nokia per migliorare i propri computer” fa sorridere. Almeno un pochino.

Secondo Nokia, tutti i prodotti con la meletta possono potenzialmente aver preso spunto da alcuni brevetti depositati, infrangendo così la propria proprietà intellettuale. Leggiamo poi che tali brevetti interessano la “user interface”, l’utilizzo sia della fotocamera che dell’antenna oltre che delle tecnologie utili per migliorare il risparmio energetico . Questi brevetti sono importanti per Nokia perché consentono di garantire ai propri prodotti una migliore “user experience”, bassi costi di produzione, una dimensione contenuta e una durata della batteria soddisfacente.

Paul Melin, dirigente di Nokia e responsabile del settore brevetti ha rilasciato una dichiarazione molto forte nel commentare la nuova denuncia nei confronti di Apple: “While our litigation in Delaware is about Apple’s attempt to free-ride on the back of Nokia investment in wireless standards, the ITC case filed today is about Apple’s practice of building its business on Nokia’s proprietary innovation“.

Riassumendo la dichiarazione di Melin, nella nuova causa presentata alla Commissione del Commercio Internazionale statunitense, Nokia sostiene che Apple si stia arricchendo sfruttando delle tecnologie che non gli appartengono. Come voi, sono davvero curioso di scoprire come andrà a finire questa vicenda. È sorprendente come, talvolta, la copia possa essere addirittura migliore dell’originale.