Midomi su iPhone: un esperimento di Viral Marketing?

di Emanuele L. Cavassa 4

Il Marketing virale è così descritto su Wikipedia:

un tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere il messaggio ad un numero esponenziale di utenti finali.

L’applicazione gratuita per iPhone Midomi, che consente di accedere in mobilità al servizio che porta lo stesso nome, ha un germe di Viral Marketing in sè.
Infatti, dal sito del servizio, viene chiesto di lasciare una recensione su iTunes Store per l’applicazione: in questo modo è possibile ricevere un microfono per computer.


Per quale motivo una tale promozione? Le recensioni su iTunes portano visibilità ai contenuti? Potrebbe essere che per la gestione delle applicazioni in Primo piano siano conteggiate anche il numero delle recensioni presenti?

Che cos’è Midomi?
Midomi è un servizio online che consente di ottenere informazioni su di una canzone semplicemente facendola “sentire” al sito.
Vanno bene spezzoni trasmessi alla radio o via tv per capire quale sia il pezzo che sta passando, ma anche semplicemente fischiettandolo al microfono del computer: in teoria si potrà risalire a qual il motivetto che ci sta passando nella mente da quando ci siamo svegliati oggi.

Con iPhone, grazie all’App Store, ora possiamo scaricarne una versione specificatamente pensata per il nostro device.
Grazie al microfono integrato vengono inviati in streaming 10 secondi di audio ai server di Midomi, sui quali viene effettuato un maching pattern tra la nostra musica e i brani presenti sui server: in caso di risposta affermativa vengono visualizzati sullo schermo di iPhone i risultati (capita spesso che vengano trovate più corrispondenze quando si fischietta il motivo, una sola risposta quando è registrata la canzone, invece), con la possibilità di accedere anche a maggiori informazioni sulla canzone, sull’artista ed acquistarla su iTunes Store.

Il “problema” di questo servizio è che ad essere presenti sono soprattutto i brani più commerciali inglesi ed americani.
Dei nostri test effettuati abbiamo riscontrato un 52% di risultati positivi ed un 48% di negativi.
I brani italiani non sono mai stati trovati, anche se di famosi abbiamo testato solo De Andrè: non abbiamo Vasco, Ligabue, Tatangelo o Tiziano Ferro nelle nostre librerie di iTunes.
Anche brani americani e stranieri un po’ più “ricercati“, comunque, non hanno avuto un mach positivo con i server Midomi: nessun brano dei Feist, i Goldfrapp non sono stati trovati, così come le Chicks on Speed.

Se abitate all’estero o comunque avete gusti internazionali in fatto di musica, Midomi è un servizio assolutamente pratico per scoprire titolo ed artista di un pezzo musicale.
Altrimenti, se tra i vostri gusti rientrano Battiato, Feist, Bluvertigo, Blonde Redhead e Björk (questa è stata una sorpresa, che non fosse indicizzata), allora Midomi diventa praticamente inutile.

Comunque da provare, almeno per qualche giorno, considerando che è assolutamente gratis.