iPhone SDK: interessata anche Microsoft?

di Michele Baratelli 6

iphonemicrosoftsiinteressa001.jpg

Che Microsoft sia interessata a produrre software per Mac non è una novità in quanto tra le due maggiori aziende produttrici di software c’è stata in questi ultimi anni molta sintonia. Nuovo invece è l’interesse di Microsoft verso iPhone dopo che per mesi lo ha snobbato: un motivo c’è.

Nell’immagine proposta come “incipit” del presente articolo abbiamo voluto giocare e (per fortuna?!?) non vedremo mai Windows Xp girare sul nostro iPhone, sempre che qualche hacker buontempone non trovi anche questa soluzione. Microsoft è seriamente interessata a sviluppare software per iPhone nonostante per mesi non lo abbia nemmeno considerato: fu giudicato un prodotto per un pubblico di nicchia che mai sarebbe potuto diventare un telefono di riferimento. L’azienda di Redmond in questi anni si è parecchio avvicinata all’azienda di Cupertino e ai suoi estimatori: non è però mai riuscita a convincere appieno l’utenza Mac. Bisogna però capire bene questo passaggio per comprendere al meglio l’interesse verso iPhone da parte di Microsoft.

Microsoft ha investito milioni di dollari in tecnologia e personale per riuscire a creare software Mac compatibile e, insieme con l’avvento dei processori Intel, gli ultimi prodotti nati sono davvero interessanti: ad esempio Office 2008 si sta imponendo per compatibilità e per essere molto “Mac friendly“. Capite però che Bill Gates fa beneficenza solo tramite la “Bill & Melinda Foundation“; tutto il resto è solo business. Quindi dopo aver snobbato iPhone, Microsoft si è ravveduta: le quote di mercato raggiunte da questo dispositivo negli USA sono impressionanti e l’interesse verso il “telefono con la mela” è sempre alto; non bisogna dimenticare che il futuro degli iPod sarà sempre più verso interfacce Touch con software iPhone-simile, salvo iPod più tecnici dedicati agli sportivi o volutamente lasciati “classici” per andare incontro a tutte le possibili esigenze dei clienti.

iphonemicrosoftsiinteressa002.jpg

La versione firmware 1.2 beta include già interessanti “features” targate Microsoft (basti pensare al preannunciato supporto di Exchange), ma anche le precedenti versioni firmware di iPhone strizzavano l’occhio a Redmond: vi sarà sicuramente capitato di ricevere per e-mail un foglio Excel oppure un testo in Word. Avrete notato che, nonostante sia impossibile andare a modificarli, questi allegati sono visualizzabili in maniera immediata: tutto ciò è frutto della cooperazione tra le due aziende “rivali” , spinte forse dalla voglia di cercare il meglio per gli utenti. Inoltre l’esperienza acquisita dagli ingegneri di Microsoft nello sviluppo di “Exchange” dedicato per iPhone è notevole: il codice di iPhone è dunque più che noto e quindi è lecito aspettarsi altri “regalini” da parte di Bill Gates ai milioni di utenti del telefono cellulare di Apple.

Accanto quindi allo sviluppo di applicazioni rivolte propriamente al mondo business, si prospetta l’avvento della tecnologia “Tell Me“: Microsoft circa un anno fa ha acquistato non solamente tale tecnologia ma l’azienda che la sviluppava. “Tell Me” è un software di riconoscimento vocale molto avanzato ed è attualmente in forte sviluppo per essere implementato nei sistemi operativi Windows Mobile. Secondo il pensiero di Tom Gibbons, responsabile dello sviluppo software di Microsoft,  se tale tecnologia fosse implementabile in iPhone si aprirebbero le porte di un forte sviluppo software rivolto proprio al telefono di Apple, con altre interessanti sorprese.

Attendiamo con ansia che arrivi Giugno con ulteriore “acquolina”, dato che per ora Microsoft sta solo sondando il terreno: l’entrata in campo così decisa da parte di Microsoft non potrà che fare bene a un prodotto che mira sempre più alla completezza.

[via