iPhone 3G da 4GB a 99 Dollari da Wal-Mart: sogno di una notte innevata

di Michele Baratelli 4

Il documento raffigurato qui sopra è stato pubblicato qualche ora fa da Engadget: per quanto è possibile leggere, Wal-Mart non venderà in esclusiva il fantomatico iPhone 3G da 4GB a 99 Dollari. Fine del rumor. Oppure no?

Per chi si fosse perso le due precedenti puntate della “telenovela“, era spuntata un’indiscrezione secondo la quale la nota catena di negozi a stelle e strisce avrebbe venduto iPhone 3G e, per dare risalto all’avvenimento, avrebbe avuto addirittura a disposizione un iPhone 3G da 4GB a 99 Dollari. Qualche giorno fa il rumor si è sgonfiato così come l’attesa delle persone che volevano un iPhone economico (costo dell’abbonamento telefonico a parte). Il documento in questione, però, lascia molti dubbi. Troppi forse.

A parte qualche errore (che può apparire anche in comunicati “ufficiali”), il documento presenta un retroscena particolare: forse talmente particolare che potrebbe essere considerato un fake. Siccome ci auguriamo che Engadget abbia delle fonti fidate, vogliamo credere che sia un vero documento di Wal-Mart. iPhone 3G sarà venduto, dunque, con soli due Dollari di sconto: prezzo lontano dai 99 Dollari su cui si era “rumoreggiato“.

Il retroscena, a cui sopra abbiamo accennato, è davvero interessante: siccome Apple e Wal-Mart vogliono essere sicuri che tutta la catena di vendita di iPhone 3G funzioni correttamente, sono stati selezionati 488 punti vendita. In ognuno di essi saranno scelti a sorte 5 dipendenti che dovranno acquistare iPhone 3G e sottoscrivere un contratto biennale con AT&T prima che sia aperta ufficialmente la vendita al pubblico: ottimo metodo di rodaggio, direte voi.

Ecco, tutto ciò appare invece come un “metodo aziendale di fantozziana memoria“: sembra proprio che i dipendenti scelti acquisteranno per davvero un iPhone 3G  con contratto biennale (con il 15% di sconto sul contratto AT&T). Il documento invita addirittura gli interessati a farsi avanti comunicando la propria intenzione di acquisto allo “store manager” che metterà il loro nome in una scatola da cui verranno estratti i 5 fortunati. Trovare 5 dipendenti consenzienti per punto vendita non crediamo sia impossibile: sarebbe interessante, però, poter sapere cosa accadrebbe qualora non fosse raggiunto il numero minimo di interessati perché il documento parla chiaro (“Each store must sell all five iPhones during the pilot“, “Ogni punto vendita DEVE vendere tutti e cinque gli iPhone durante la prova generale“).

Proprio con questa immagine nella mente vogliamo chiudere il rumor dell’inedito iPhone 3G da 4GB a 99 Dollari. Viene forse da pensare se questo foglietto non sia un fake, ma questa è un’altra storia: sicuramente non vorremmo essere nei panni dei poveri dipendenti di Wal-Mart. Al momento, l’unica cosa certa è che la catena Wal-Mart, attraverso questo finto rumor, è riuscita a farsi una grandissima pubblicità mondiale gratuita.