Nuovi iPad e iPad mini: esteso il supporto a LTE

di Luca Iannario 4

Durante il keynote di ieri, come ormai saprete, Apple ha presentato il “nuovo” iPad di quarta generazione e il tanto atteso (e chiacchierato) iPad mini. Tra le caratteristiche principali, abbiamo annoverato, per entrambi, la disponibilità di connettività LTE relativamente ai modelli WiFi + Cellular (lo stesso tipo di connessione dati disponibile sul nuovo iPhone 5). Un aspetto molto importante da segnalare è che Apple ha affermato di aver esteso il supporto con un numero maggiore di provider su scala mondiale.

Ciò è conseguenza del fatto che i nuovi chip utilizzati in iPad di quarta generazione e in iPad mini supportano un maggior numero di frequenze LTE, come ad esempio le bande 4 (AWS) e 17 (700b MHz), e permetteranno di essere compatibili con le reti cellulari già a disposizione di diversi gestori telefonici sparsi in tutto il globo. L’immagine in apertura mostra la maggior parte dei carrier mondiali che offriranno supporto sulle frequenze LTE per i nuovi iDevice (la maggior parte dei quali supporta già iPhone 5).

Essendo interessati maggiormente al mercato italiano, cambierà qualcosa rispetto allo scenario delineatosi con i nostri gestori per iPhone 5? La risposta, essenzialmente, è no. Ovvero, come vi avevamo già illustrato in un post precedente su iPhone 5,  TIM, Vodafone e 3 Italia continueranno ad essere gli unici operatori ufficiali per iPad e iPad mini (sebbene LTE non sia disponibile da subito, così come per iPhone 5). Per quanto riguarda Wind, non si intravedono cambiamenti al momento. Nessuna delle ulteriori frequenze supportate dai nuovi circuiti integrati rientra, infatti, tra quelle che Wind si è aggiudicata al termine dell’asta pubblica che si conclusa alla fine di settembre 2011.

Come riportato nella pagina ufficiale Apple, i nuovi iPad e iPad mini potranno usufruire (al momento del lancio) della connettività LTE offerta da 19 gestori (due in più rispetto ad iPhone 5) in 9 paesi in tutto il mondo.

[via]