iOS 6: integrazione Facebook, nuove features e primi mock up

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Alla WWDC che si terrà la prossima settimana a San Francisco Apple presenterà quasi sicuramente un’anteprima di iOS 6 e provvederà a distribuire agli sviluppatori le prime beta del nuovo sistema operativo.
Qualche dettaglio sul software comincia già a trapelare e in un paio di report “ben informati sui fatti” 9to5 Mac avanza le prime ipotesi sull’integrazione Facebook e altri dettagli quali iCloud Tabs, la modalità “Non disturbare” che disabilità il Centro Notifiche e l’integrazione di liste “VIP” in mail, già anticipate nelle più recenti Beta di OS X Mountain Lion.
Nel frattempo arrivano i primi rendering “fan-made” del nuovo iPhone con iOS 6.

Integrazione Facebook

La possibilità di un’integrazione sistemica di Facebook su iOS è tornata alla ribalta dopo le dichiarazioni di Tim Cook durante la sua intervista alla D10.
Il CEO Apple non ha nascosto la propria ammirazione per l’azienda di Mark Zuckerberg e incalzato sulla necessità di una collaborazione fra Apple e Facebook ha commentato, senza troppi indugi, con uno “stay tuned” di buon auspicio che lascia intendere che un accordo è stato raggiunto.

Mock-up della possibile integrazione di Facebook in iOS 6.

Secondo le fonti di 9to5 Mac l’integrazione di Facebook in iOS avverrà nello stesso modo in cui è avvenuta l’integrazione di Twitter in iOS 5, lo scorso anno.
L’utente potrà connettere il dispositivo al proprio account Facebook e poi garantire l’autorizzazione al collegamento singolarmente ad ogni applicazione che ne faccia richiesta.

L’integrazione si espliciterà al meglio all’interno dell’applicazione Immagini, dove ora chi usa assiduamente il social di Zuckerberg ne sente certamente di più la mancanza. Con iOS 6 si potrà pubblicare un’immagine direttamente su Facebook con un commento, attraverso un “social layer” analogo a quello già disponibile per Twitter. Infine all’interno della scheda di un app nell’App Store comparirà un bottoncino per la condivisione su Facebook del contenuto.

Da Mountain Lion ad iOS 6

Alcune funzioni di iOS 6 saranno mutuate da OS X Mountain Lion, che arriverà al pubblico prima della controparte per iPhone, iPad e iPod touch.
La possibiltà di disabilitare temporaneamente il Centro Notifiche come già si può fare sulle ultime beta di OS X Mountain Lion, ad esempio, è una delle nuove, utili, caratteristiche.

Sempre secondo le fonti di 9to5 Mac ad essa se ne aggiungeranno inoltre un paio più esplicitamente rivolte ad una maggiore integrazione fra Mac e iDispositivi tramite iCloud.
Le “iCloud Tabs”, ad esempio, hanno tutta l’aria di essere un’ottima soluzione all’annosa questione della condivisione degli URL fra computer fisso e dispositivo mobile. Grazie al collegamento su iCloud le tabs aperte su Safari in iOS X saranno visibili in un apposita sotto-sezione dei Bookmarks in iOS 6 e l’utente potrà selezionare la pagina desiderata per visualizzarla direttamente su iPad, iPhone o iPod touch.

Le liste di indirizzi VIP, infine, arriveranno anche su iOS 6 e potranno essere integrate e aggiornate costantemente tramite il collegamento ad iCloud. Una lista VIP non sarà altro che un elenco di contatti “speciali” i cui messaggi saranno automaticamente segnalati con una stella nel momento della loro ricezione su Mail per OS X o per iOS. Lo scopo della funzionalità è quello di evidenziare automaticamente le email di un gruppo di contatti con i quali l’utente ha scambi più frequenti per facilitarne l’archiviazione e la ricerca.

Ritratto di iPhone con iOS 6

Il nuovo iPhone, che potrebbe arrivare ad ottobre assieme alla versione definitiva di iOS 6, è al centro dei rumor degli ultimi giorni. Si parla di un display allungato da quattro pollici diagonali, un’ipotesi che sembra sempre più consistente viste le più recenti foto-spia della scocca (c’è anche un video).
Non sappiamo ancora quale decisione prenderà Apple, ma intanto un utente del forum di The Verge ha raccolto i “pezzi d’informazione” sparsi e ha provato a realizzare un primo mock-up di iOS 6 installato sul nuovo iPhone.

Spiccano le caratteristiche che per adesso sono considerate più probabili, vale a dire la nuova interfaccia dell’applicazione Mappe (pare che l’addio a Google Maps sia ormai cosa fatta) e la grafica monocromatica “argentata” simile a quella che già è possibile apprezzare sull’iPad fin dalla versione 3.2 di iOS.
A voi le immagini.