Apple cresce nel mercato USA

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

Negli USA si avvicina la chiusura del terzo trimestre fiscale e di conseguenza i principali istituti di ricerca e analisi finanziaria iniziano a dare i numeri. Gartner e IDC hanno pubblicato nelle scorse ore i primi report sulle vendite di PC negli USA e nel mondo. Il mercato cresce rispetto al medesimo periodo del 2007, grazie soprattutto alle vendite di computer portatili,  ma le “revenues” diminuiscono per l’abbassamento dei prezzi dei dispositivi. Secondo i dati di Gartner a livello mondiale HP continua a detenere la più ampia fetta di mercato, seguita da Dell e ACER, mentre Apple entra in classifica al terzo posto, ma solamente negli USA.

Apple avrebbe scalzato ACER dalla terza posizione, crescendo più di ogni altro produttore. Gli analisti di IDC non sono però totalmente d’accordo e secondo loro Apple si piazza solamente in quarta posizione mentre ACER continua a detenere la medaglia di bronzo. Nonostante la crescita record dell’ultimo anno, Apple non compare invece nell’elenco dei maggiori produttori mondiali di computer. Nulla di strano se pensiamo che il solo mercato americano conta per il 50% sulle vendite di Cupertino.

In ogni caso, a discapito dei problemi legati alla recessione che funestano l’economia americana, il mercato PC sembra tenere anche non bisogna  farsi trarre in inganno dalle cifre positive. Una crescita del numero di unità vendute non si traduce automaticamente in un aumento degli introiti: il calo nel prezzo dei dispositivi, dipendente da molti fattori, in alcuni casi può vanificare la crescita riducendo comunque il margine delle società.

Apple, da sempre abituata a margini piuttosto elevati grazie soprattutto ai ricarichi sull’hardware, soffre meno per il calo fisiologico dei prezzi che negli ultimi mesi ha interessato tutta la gamma Mac, negli States e nel mondo. Ad un crescita nelle vendite corrisponde effettivamente una crescita anche sui margini. Per ottenere conferma a quelle che per adesso sono solo ipotesi dobbiamo comunque aspettare il 21 luglio, data fissata per la consueta Conference Call in cui Apple presenterà i dati fiscali del Q3 2008.