Apple investe sul produttore di Power VR

di Redazione 1

Ricordate di quando vi dicevamo che Apple ha una liquidità tale da potersi permettere di acquistare intere altre compagnie, come ad esempio (volendo esagerare) la Dell? Avevamo addirittura giocato con una top-5 delle cose che sarebbero potute essere finanziate con un tesoretto da 25 miliardi di dollari.

Bene, Jobs e soci hanno messo mano al portafoglio per acquistare una partecipazione in Imagination Technologies, una società che si occupa di progettare e costruire, tra le altre cose, una serie di microprocessori usati per l’accelerazione grafica nei dispositivi portatili.

L’operazione, che è costata circa 480 milioni di dollari, ha portato alla sottoscrizione di 8,2 milioni di titoli di Imagination Technologies Group, pari al 3,6% del patrimonio azionario.

Il tutto è iniziato già nel mese di settembre, quando una “misteriosa compagnia internazionale produttrice di sistemi elettronici” si era interessata alla ITG e aveva preso in licenza uno dei suoi prodotti di punta: una procedura in perfetto stile Apple, con la segretezza a farla da padrona.

Ed è proprio un componente grafico mobile di nome PowerVR, il fiore all’occhiello di Imagination Technologies Group, che ha attirato l’attenzione di Apple. Tale tecnologia include un core video della prossima generazione, con supporto alle specifiche OpenGL ES 2.0 e un motore grafico in grado di fornire ai dispositivi mobili una grafica 3D altamente efficiente basata su shader (modelli di comportamento fisico dei materiali).

Se ricordate, ad aprile Apple ha acquisito anche P.A. Semi, un’azienda produttrice di chip ad alta efficienza e bassissimo consumo, utilizzati prevalentemente in campo militare. Ora, se facciamo uno più uno, possiamo supporre che nell’arco del prossimo anno Apple estrarrà dal cilindro un nuovo prodotto, o la rivisitazione di uno vecchio, dotato di tecnologie figlie di queste due aziende: sarà un prodotto in grado di gestire grafica avanzata pur mantenendo una durata elevata della batteria.

Caratteristiche simili potrebbero essere utilizzate in una nuova versione di iPhone e iPod Touch oppure nel dispositivo multitouch di medie dimensioni che tutti stiamo aspettando: iTablet. Un’altra ipotesi, anche se decisamente meno probabile, è lo sviluppo di una piattaforma di mobile gaming che sbaragli la concorrenza di altri popolari prodotti videoludici multimediali come la PSP o il nuovo Nintendo DS.

[Via macnn, AppleInsider]

Image courtesy of The iPhone Blog