Altro che AirPower, Charger Pad Trio di Samsung batte Apple

di Giovanni Tripodi Commenta

Qualcuno è ancora in attesa dell’arrivo sul mercato dell’AirPower, la base di ricarica wireless promessa da Apple ormai da un po’di tempo, ma che si ritrova ancora a dover affrontare diversi problemi tecnologici.

Intanto ci ha pensato Samsung a puntare sulla sua prima base di ricarica wireless, la Charger Pad Trio, che permette di ricaricare tre dispositivi contemporaneamente. Grazie infatti a tale accessorio è possibile ricaricare contemporaneamente ed in modalità wireless un telefono della serie Samsung Note 20, un Galaxy Watch 3 e gli auricolari Buds Live 3. Un meccanismo quindi assolutamente simile all’AirPower che aveva in mente Apple, seppur con una tecnologia nettamente inferiore.

charger pad trio

I problemi di Apple con l’AirPower

L’azienda di Cupertino ha riscontrato difficoltà nella realizzazione di questa base di ricarica wireless in quanto tendeva a surriscaldarsi velocemente. Tale problematica era data dalla possibilità, da parte dell’AirPower, di ricaricare in modalità wireless i dispositivi di casa Apple poggiandoli in qualsiasi tipo di punto. Questa Charger Pad Trio di Samsung invece avvia la ricarica wireless solo su determinati punti. Scegliendo una soluzione più semplice, Samsung si è dimostrata sicuramente più efficace rispetto ad Apple che sta ancora studiando il modo migliore per poter puntare su tale tecnologia. L’idea quindi dell’azienda di Cupertino è di poter puntare lo stesso su AirPower, ma non come aveva pensato all’inizio ed infatti una nuova versione dovrebbe arrivare a breve sul mercato.

Caratteristiche della Charger Pad Trio di Samsung

Intanto Samsung ha sicuramente fatto prima della storica rivale, commercializzando un prodotto semplice ed efficace. Questa Charger Pad Trio si ritrova con un design estremamente semplice, grazie alla forma rettangolare ed agli angoli arrotondati. L’alimentazione di questo pad avviene tramite una porta USB-C e permette di ricaricare a 15W. Un dispositivo semplice, non tanto diverso rispetto a quelli già presenti in commercio, ma che ha la particolarità di poter ricaricare tre device contemporaneamente, come insomma avrebbe dovuto fare l’AirPower di Apple.

Il prezzo inoltre risulta essere abbastanza accessibile, perché si parla di 99 euro, ora bisogna solo vedere se l’azienda di Cupertino risponderà a questa mossa da parte di Samsung. Il progetto AirPower non è stato abbandonato, ma chiaramente cambieranno molte cose rispetto alla versione iniziale, quella che non è riuscita nemmeno ad arrivare in commercio.