AirTags in arrivo, la prova sui vostri iPhone

di Giovanni Tripodi Commenta

Dopo varie voci finalmente sembra essere giunto il momento degli AirTags, visto come ci sia una prova alquanto concreta sui vostri iPhone.

Manca ancora la data ufficiale del lancio, ma chi ha già aggiornato i propri device ad iOS 14.3, può immediatamente testare la configurazione dei nuovi accessori targati Apple. Non è stato un percorso semplice per gli AirTags, annunciati più e più volte, ma mai approdati sul mercato. Questa però sembra essere ormai la volta buona, l’azienda di Cupertino ha finalmente risolto problematiche e questioni che ne impedivano la corretta funzionalità ed è praticamente pronta a lanciarli sul mercato.

AirTags

Come testare l’esistenza degli AirTags con il proprio iPhone?

Come accennato in precedenza tutti gli iPhone aggiornati ad iOS 14.3 possono già testare l’abbinamento con i nuovi AirTags. Quello che bisogna fare è aprire Safari su iPhone, digitare findmy://items nella barra degli indirizzi, cliccare Invio sulla tastiera ed apparirà un popup che chiederà se si ha intenzione di aprire tale pagina su Dov’è?. Infine non bisogna fare altro che toccare Apri. Arrivati qui si aprirà una pagina speciale di Dov’è, che per ora risulta essere nascosta nell’interfaccia grafica, ma è assolutamente pronta all’uso.

Tale pagina è dedicata esclusivamente alla configurazione degli AirTags. Se poi si clicca su Aggiungi accessorio, ecco che parte la ricerca automatica degli AirTags. Ovviamente finché non saranno disponibili sul mercato non si potrà sfruttare tale voce, infatti apparirà una pagina di errore. Questo però è la testimonianza dell’imminente arrivo sul mercato di questi speciali portachiavi indispensabili per cercare i propri oggetti smarriti.

A cosa serviranno gli AirTags?

Capita, alle volte, di dimenticare dove aver messo le chiavi o qualsiasi tipo di oggetto, anche di dimensioni più grandi, con gli AirTags sarà semplicissimo ritrovarlo. Parliamo di accessori che possono aiutare anche a trovare una persona, basterà insomma che avrà con sé sempre gli AirTags. Il tutto sfruttando la rete di iPhone del mondo che presterà loro connessione dati e informazioni del GPS, in modo automatico e anonimo. Possibile però che Apple possa richiedere di disabilitare tale funzione se uno non ha intenzione di sfruttarla.

Dopo mesi e mesi di chiacchiericcio è quindi giunto il momento di poter finalmente avere tra le mani gli AirTags e riuscire a scoprire se effettivamente possono considerarsi accessori utili per la quotidianità dei vari utenti che usano il mondo iPhone. Essendo infatti un prodotto Apple funzionerà esclusivamente con un dispositivo iPhone, ma non è chiaro se potrà essere abbinato anche ad un iPad. Insomma l’attesa è finita, ora c’è solo la necessità di scoprire la data di lancio sul mercato degli AirTags.