AppleTv 2 vista da vicino: un commento

di Michele Baratelli Commenta

appletvvistadavicinorecensione1.jpg

Vi abbiamo spesso scritto riguardo AppleTv e il suo recente aggiornamento chiamato “take 2” dopo il quale la vostra AppleTv, anche se acquistata all’epoca del suo primo arrivo, diventa una AppleTv 2.0. Questo device di Apple, totalmente revisionato, sta re-inventando in maniera significativa il modo di gustare e vivere i contenuti multimediali dei suoi fortunati possessori.

Il metodo dell’aggiornamento del prodotto ha fatto felice chi già ne era in possesso in quanto è stato realizzato tramite un metodo software e non tramite l’aggiunta di nuovi componenti: in questo modo le vecchie AppleTv non sono state accantonate. Nuova è la possibilità di noleggiare i film direttamente dal proprio divano: come alternativa al fatto di dovere uscire di casa per noleggiare un film nella videoteca preferita, AppleTv funziona davvero bene. Certamente non è possibile per ora, e difficilmente lo sarà in futuro, trovare a noleggio titoli del calibro del “Settimo Sigillo” di Bergman come in una fornitissima videoteca; ma se questo genere di film non fanno al caso vostro, troverete sicuramente i successi delle ultime stagioni cinematografiche e qualche classico un po’ meno recente. Sono presenti titoli in HD, Alta Definizione, anche se per ora il loro numero è cospicuo: troverete sicuramente in HD gli ultimissimi successi cinematografici passati da poco al piccolo schermo.

Scaricare i contenuti multi-mediali noleggiati è semplice quanto premere il tasto play del DVD player che avete in casa e appena una piccola percentuale del file è stata trasferita dall’iTunes Store al disco della vostra AppleTv, è possibile la riproduzione. I file HD, che sono compressi in una risoluzione di 720p, hanno una dimensione di circa 4GB: appena meno di un DVD e sicuramente molto meno di un file compresso secondo il puro standard HD. La qualità dell’immagine è buona e anche il suono è fedele: ritroverete una qualità simile dello stesso film se riprodotto tramite disco Blue-Ray. In realtà molti di voi potrebbero storcere il naso riguardo alla qualità, ma assicuriamo che siamo a un ottimo livello: ricordiamoci anche che siamo solo a poche settimane dalla commercializzazione del nuovo standard che può solo migliorare anche grazie ai futuri sistemi di compressione. Nelle scene molto movimentate, oppure in quelle molto scure si nota purtroppo qualche sgradevole tremolio oppure qualche artefatto di decompressione.

Al contrario, scene un po’ più statiche e ricchissime di particolari sono riprodotte davvero fedelmente: battono sicuramente la riproduzione della stessa scena da DVD che ricordiamo ha risoluzione di 480p. Naturalmente tutto questo è un puro giudizio personale e a molti tra voi queste “piccolezze” passeranno inosservate: pensate che io che scrivo ho un amico che sostiene che la qualità del VHS è decisamente superiore a quella del DVD. Tutto ciò dimostra la soggettività del giudizio e dimostra anche che non tutti sono interessati a scovare sgradevoli particolari nella qualità delle immagini durante la visione di un film. Insomma, se siete troppo pigri per uscire di casa e noleggiarvi un film oppure non avete nessuno da obbligare ad andare al vostro posto… è sicuramente un ottimo acquisto. Attendiamo fiduciosi la disponibilità per il mercato europeo e in particolare per quello italiano.

[via]