WhatsApp per iPhone, attenzione all’app GBWhatsApp

di Gio Tuzzi Commenta

Gli utenti iPhone che si ritrovano ad aver scaricato l’app parallela di WhatsApp, GBWhatsApp, rischiano grosso per il suo utilizzo

WhatsApp per iPhone
WhatsApp per iPhone

In queste ore si sta parlando molto dell’applicazione GBWhatsApp che, non riguarda solo gli smartphone Android, ma sta iniziando a far parlare di sé anche nel mondo iPhone. E’ bene quindi poter evidenziare le ultime news relative a quest’app di terze parti che non sembra essere vista di buon occhio proprio dagli sviluppatori di WhatsApp. Come confermato anche da Bufale.net.

Sappiamo come quest’ultima sia l’app di messaggistica più diffusa al mondo, includendo quindi anche gli utenti di iPhone, ma ciò che sta fortemente a cuore ai vari sviluppatori è la sicurezza e la privacy che da sempre sono capisaldi fondamentali di WhatsApp. Cosa accade invece con GBWhatsApp? Quest’applicazione di terze parti sta stuzzicando molto la fantasia degli utenti Android ed iOS in quanto permette di poter gestire contemporaneamente sullo stesso smartphone due account.

Per molti potrebbe essere una bella opportunità poter sfruttare due account WhatsApp attraverso un unico device, è insomma il sogno di molti utenti e per questo sta prendendo sempre più piede GBWhatsApp. Come però tutte le novità più interessanti, c’è sempre un particolare che sembra non essere così “legale”. Sono stati gli stessi sviluppatori di WhatsApp a spiegare come anche per il mondo iPhone questa app di terze parti possa rivelarsi alla fine piuttosto pericolosa per la privacy degli utenti.

Perché GBWhatsApp è in conflitto con WhatsApp per iPhone

L’idea infatti di avere un secondo account è finalizzata da molti per spiare altre persone, violandone quindi la privacy ed i vari principi su cui si fonda proprio WhatsApp. Ciò comporta in poche parole la possibilità di ritrovarsi con ban temporanei o addirittura permanenti e non poter alla fine utilizzare più WhatsApp per iPhone. Quest’app parallela, GBWhatsApp, viola quindi il diritto di privacy a cui si appellano i vari utenti che invece si iscrivono all’app originale.

Il problema è che utilizzando quest’applicazione che consente di gestire due account su un unico smartphone, si rischia poi di compromettere anche il normale utilizzo di WhatsApp per iPhone. I vari sviluppatori impiegheranno infatti pochissimo tempo a notare la violazione dei diritti della privacy e questo inevitabilmente comporterà a delle conseguenze piuttosto serie. Fate a questo punto molta attenzione, non lasciatevi abbindolare dalla possibilità di sfruttare GBWhatsApp, perché alla fine si rischia di essere bannati dallo stesso WhatsApp per iPhone.