Regalare un Mac a Natale: qualche consiglio utile

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

Già sappiamo bene quali saranno i regali Apple che andranno per la maggiore a Natale: iPad, iPad mini, iPhone e iPod di varie forme e fogge. Non dubitiamo, però, che in tanti possano aver atteso queste festività per regalarsi o regalare un computer della Mela.
Eccovi dunque qualche consiglio utile se vi accingete a comprare un Mac con l’intenzione di metterlo in bella mostra sotto l’albero.

Entro quando ordinare

La prima cosa di cui è bene accertarsi per ricevere il proprio Mac entro il 23 dicembre sono i tempi di spedizione.
Anche quest’anno Apple ha creato una pagina ad hoc con tutte le date entro cui ordinare i vari prodotti per riceverli entro Natale.

I più “problematici” sono come sempre i Mac con configurazioni opzionali (i BTO – Build To Order), che richiedono un setup specifico in fase di montaggio in fabbrica. Se volete un po’ di RAM in più sul vostro computer o magari un Hard Disk più capiente è il caso di sbrigarsi: domani, 6 dicembre, è l’ultimo giorno utile per piazzare l’ordine ed avere la sicurezza di ricevere il Mac entro Natale. Salvo ritardi in fase di spedizione dovuti al maltempo, ovviamente. Vale anche per gli ordini di BTO presso Apple Store o Apple Premium Reseller, anche se in quel caso è utile informarsi meglio presso il punto vendita per evitare spiacevoli sorprese.

Occhio infine ai nuovi iMac: se siete interessati ai modelli da 21,5” è bene ordinarli il prima possibile. La disponibilità potrebbe variare con la richiesta e di conseguenza le consegne potrebbero slittare anche per i modelli standard.
Chi invece punta ad uno dei modelli da 27” deve darsi pazienza ancora un po’. In quel caso è praticamente impensabile che le versioni BTO possano arrivare ai clienti prima di Natale.
A dirla tutta, ad oggi l’Apple Store Online italiano indica comunque 3-4 settimane di spedizione anche per i modelli standard senza configurazioni opzionali. Il consiglio nel caso degli iMac da 27” è dunque di provare a cercarli direttamente negli Apple Store o negli APR nelle prossime settimane, sperando che ne troviate li qualcuno disponibile.

Cicli di vita dei Mac

Nel corso delle ultime settimane ho ricevuto già diverse volte lo stesso tipo di domanda: “mi conviene comprare il MODELLO X DI MAC per Natale? C’è qualche aggiornamento a tiro?”.

A meno di avere la sfera di cristallo (come certi analisti, magari) non è mai facile prevedere quando Apple deciderà di effettuare l’aggiornamento di questo o quel modello di Mac. Non serve il Mago Gabriel o il Divino Otelma, però, per sapere che il line-up di questo Natale 2012 non desta particolari preoccupazioni, salvo poche eccezioni.

Gli iMac sono talmente nuovi che il problema caso mai è l’opposto, come abbiamo visto, ovvero riuscire a procurarseli in tempo.
I Mac mini sono stati aggiornati a fine ottobre, quindi sono nuovi fiammanti ed è senza alcun dubbio il momento migliore per ordinarne uno.

MacBook Pro e MacBook Air sono quelli un po’ più problematici, visto che l’ultimo aggiornamento risale a giugno 2012 ed entrambi sono un poco oltre la metà del loro ciclo di vita medio. Le probabilità di un aggiornamento che possa farvi rimpiangere l’acquisto nel corso dei prossimi 60 giorni sono praticamente pari a zero. Quasi impossibile, infatti, che si torni a parlare di update di questi laptop prima di marzo/aprile.

Vale lo stesso discorso anche per il MacBook Pro Retina Display, anche se in quel caso non abbiamo uno storico dei cicli di vita del prodotto su cui basare una valutazione più precisa.
Via libera invece per la versione da 13” del MacBook Pro con Display Retina, presentato pure quello ad ottobre come il Mac mini.

Mac Pro, manco a parlarne. Uno zombie di cui si stenta a comprendere il futuro. Non penso che sia un tipico regalo di Natale, ma lo cito per dovere e vi raccomando di starne alla larga, nel caso vi ricordaste che ancora esiste.

Apple Care, si o no?

AppleCare Protection PlanConviene acquistare l’AppleCare Protection Plan al momento dell’acquisto del Mac che (vi) state regalando per Natale?
Rispondere alla domanda non è semplicissimo, più che altro perché in questo preciso momento c’è un po’ di incertezza sul futuro del Protection Plan. Apple è ancora nel mirino delle associazioni dei consumatori per la questione “garanzia europea” (che è già costata 900.000€ all’azienda) e l’estensione di garanzia non viene più venduta negli Store “fisici” e neppure negli APR.

In ogni caso, quel che in generale è bene sapere su AppleCare Protection Plan è che:

  • ci sono di base due anni di garanzia (un anno Apple e uno offerto da chi vi vende il Mac) ma il secondo è subordinato solo ad una prova di “non conformità” del prodotto.
  • L’Apple Care Protection Plan non sostituisce i due anni ordinari ma si sovrappone come piano a sé che offre vari benefit (come l’intervento diretto per un Mac desktop o l’assistenza telefonica gratuita).
  • Per i primi tre mesi dall’acquisto è prevista l’assistenza telefonica gratuita e in generale un regime di garanzia che “assomiglia” molto a quello che vi offre l’estensione di garanzia AppleCare Protection Plan
  • Potete comprare e attivare AppleCare Protection Plan fino ad un anno dalla data di acquisto del prodotto (sempre che nei prossimi mesi non ci siano cambiamenti importanti al programma).

Al momento l’acquisto è possibile solo online, o come opzione di configurazione con “auto-enroll”, cioè la registrazione automatica al momento della vendita del Mac, o come box standalone per il modello specifico.
Valutate se conviene davvero comprarla subito (alla luce anche dei tre mesi di assistenza telefonica iniziali già compresi) o se è meglio acquistarla in futuro come… regalo di compleanno per il vostro Mac.

Una precisazione: non è detto che Apple cambi qualcosa nel contratto dell’Apple Care Protection Plan nei prossimi mesi. Più probabile che Apple abbia deciso di riservare definitivamente la possibilità di ordinarla solo dallo Store online per minimizzare i problemi legati alla vendita al dettaglio (la modalità su cui si erano concentrate critiche e contestazioni). Sia come sia, se acquistate Apple Care Protection Plan sul sito Apple ora o nei prossimi mesi nulla potrà cambiarne la “valenza” anche nel caso di future revisioni al piano di estensione della garanzia.