Sciopero delle compagnie telefoniche domani 1 febbraio: cosa c’è da sapere?

di Gio Tuzzi Commenta

Sciopero delle compagnie telefoniche domani 1 febbraio, al punto che in queste ore è importante riepilogare cosa c'è da sapere. Ecco tutti i dettagli

Scatterà nelle prossime ore lo sciopero delle compagnie telefoniche, previsto durante il normale turno di lavoro del 1 febbraio e che, per forza di cose, potrebbe avere degli effetti anche per gli utenti iPhone ed iPad.

Qui di seguito tutti i dettagli sulla mobilitazione, attraverso una nota ufficiale che è stata diramata per milioni di utenti potenzialmente interessati:

“Assotelecomunicazioni-Asstel, in nome e per conto delle aziende associate sotto riportate (*) comunica agli utenti che le Segreterie Nazionali delle Organizzazioni Sindacali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL hanno dichiarato lo sciopero del giorno 1 febbraio 2017 per l’intero turno di lavoro (otto ore) per tutto il personale del settore TLC. […] Tale iniziativa potrà essere causa di alcuni ritardi nell’erogazione dei servizi di cui le aziende si scusano fin da ora; restano tuttavia garantiti, ai sensi delle vigenti disposizioni di regolamentazione dello sciopero, i servizi minimi di rete, di supporto al cliente (customer care) e di assistenza tecnica. […] La presente comunicazione viene effettuata, ad assolvimento degli obblighi di informazione ivi previsti, ai sensi e agli effetti dell’art 2 della legge 12 giugno 1990, n.146 “Norme sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente tutelati” e dell’art. 11 della delibera 07/643 del 15 novembre 2007 con la quale la Commissione di Garanzia dell’attuazione del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali ha definito la “Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili e delle altre misure nel settore delle Telecomunicazioni”.

Insomma, occhio a possibili disagi con lo sciopero degli operatori previsto il 1 febbraio.