Le vendite dell’iPhone X non sono un’ossessione per Apple

di Gio Tuzzi Commenta

Le vendite dell'iPhone X non sono un'ossessione per Apple, almeno stando a quanto dichiarato in queste ore da una fonte interna. Cosa si aspetta la mela morsicata?

In questi giorni si parla moltissimo del nuovo iPhone X, il super gioiellino che verrà commercializzato a partire dal prossimo 3 novembre e che, a quanto pare, metterà a dura prova i fedelissimo di Apple considerando un prezzo di listino a quattro cifre e davvero imponente.

Quali sono le aspettative del colosso di Cupertino per questo nuovo progetto? Apple pare non essere ossessionata dal volume di vendite che questo prodotto farà registrare, almeno stando alle recenti dichiarazioni fornite da Angela Ahrendts, capo retail di Apple:

“Ogni cliente ha esigenze diverse, che potrebbero non richiedere l’acquisto dell’iPhone più costoso. Abbiamo detto agli addetti alle vendite di capire le esigenze di ogni cliente e quali siano i suoi bisogni. Se l’iPhone è per un bambino di 6-7 anni, cosa gli consigliamo? Non sempre la scelta è quella del dispositivo più costoso. Questa strategia la usiamo per i Mac e per gli iPad, non vedo perchè non dovremmo farlo anche per i telefoni”.

Insomma, l’obiettivo di Apple resta quello di capire le reali esigenze dei singoli utenti, consigliando loro non necessariamente il nuovo iPhone X, che ovviamente a breve diventerà lo smartphone più costoso dell’azienda. Staremo a vedere come andranno le cose una volta avviate le vendite vere e proprie.