I rumors sul Tablet dal 2002 ad oggi

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

Photo Credits: Engadget

Oggi è il gran giorno. Alle 10:00 (le 19:00 in Italia) Steve Jobs salirà sul palco dello Yerba Buena Center for the Arts e svelerà la “latest creation” di Apple, il nuovo importante prodotto che tutti gli Apple Fan aspettano con trepidazione ormai da tempo.

Varie fonti hanno confermato a più riprese che il progetto del tablet è in fase di sviluppo già da anni. Alcune delle innovazioni che sono state introdotte con iPhone derivano direttamente dalle ricerche per la creazione di un dispositivo come quello che potremmo vedere oggi per la prima volta. E di fatto l’annuncio del mitologico iTablet porrà fine ad una vera e propria agiografia di indiscrezioni e rumors alimentata nel corso degli anni dai più variegati contributi di giornalisti e blogger.

Laura June di Engadget ha raccolto in un unico grande schema grafico la storia recente delle indiscrezioni sul Tablet (iPad? iSlate?) che oggi potrebbe diventare realtà.

Ormai sul dispositivo abbiamo sentito dire di tutto e di più. Come sempre le aspettative sono alle stelle e c’è il rischio che la realtà dei fatti non riesca del tutto a soddisfare le proiezioni di desiderio che ogni Apple Fan, bene o male, si è fatto.
Ma se dovessimo riassumere a chi non ha mai sentito parlare del tablet (difficile quasi come trovare qualcuno che non ha sentito parlare di Avatar) che cosa “potrebbe essere” questo beneamato “coso”, potremmo prendere in prestito la esaustiva definizione del Wall Street Journal (via MacRumors):

Si suppone che il tablet sia un dispositivo multimediale che permetterà di vedere film e show televisivi, giocare, navigare su internet e leggere libri elettronici e giornali. Nonostante compagnie come Toshiba e HP abbiano già introdotto tablet basati su Windows in passato e Amazon ed altri vendono lettori di libri digitali di dimensioni analoghe, fonti informate da Apple sostengono che l’azienda ha intenzione di delineare una nuova categoria di prodotto.

La parola chiave dunque è “convergenza”, molte funzioni, ognuna delle quali già presente in dispositivi dedicati, unite in un unico prodotto che genera un tutto che è maggiore della somma delle parti. La tipica formula che Apple ha applicato all’iPhone e ha garantito al melafonino un successo oltre ogni aspettativa. Oggi alle 19:00 ne sapremo sicuramente qualcosa di più.

  • http://www.ernestovenanzi.com Ernesto

    Hummm ma quindi gli ultimi rumors parlano di un “OSX cloud based” sarebbe? una cosa più simile a leopard o a iphone?

    E…. Altra considerazione: sarebbe interessante sapere se da qualche parte del mondo qualcuno ha organizzato un giro di scommesse, un TOTO-TABLET!
    Qualcuno ha notizie?

  • Caustic86

    @ Ernesto:
    la notizia è apparsa qualche giorno fa su TAL: http://www.theapplelounge.com/cultura-societa/divertenti/scommesse-nome-tablet/