La ITC avvia indagine su Apple per la denuncia di Nokia

di Redazione Commenta

La International Trade Commission degli Stati Uniti haavviato un’indagine formale riguardo la recente denuncia di Nokia nei confronti di Apple sulla violazione di proprietà intellettuali appartenenti a Nokia stessa. Il gigante della telefonia con sede in Finlandia pare dunque aver vinto il primo round.

Nokia ha accusato Apple di aver infranto in tutto ben 7 brevetti per creare i propri dispositivi, ivi comprese l’interfaccia utente, la fotocamera, l’antenna e le tecnologie di gestione dell’energia. E Nokia sembra molto sicura di ciò che dice, anche se il tutto può sembrare molto strano. Oltretutto i brevetti non riguarderebbero solamente iPhone o iPod touch, ma un po’ tutti i prodotti Apple.

Secondo l’agenzia Reuters, la ITC potrebbe decidere di proibire ad Apple la vendita dei propri prodotti negli Stati Uniti se dovesse riscontrare delle irregolarità. Un portavoce di Nokia si è dichiarato soddisfatto dell’azione intrapresa lunedì dalla ITC, soprattutto dalla velocità con la quale si è mossa.

Resta comunque il fatto che Apple non è rimasta a guardare, infatti ha presentato una controdenuncia, chiedendo alla ITC di proibire l’importazione dei dispositivi Nokia, ed è possibile che la commissione decida di investigare anche riguardo a questa ulteriore denuncia. Posto che quella di Apple è successiva di qualche settimana, ne avremo notizia a breve.

John Jackson, analista di CSS Insight, riferisce a Reuters che la decisione della ITC di investigare è una chiara “vittoria tattica” per Nokia ma, vista la durata di queste cause, non potremo conoscerne i risultati e l’impatto per molto tempo.

La disputa ebbe inizio a ottobre scorso, quando Nokia accusò Apple di aver infranto parecchi brevetti riguardanti GSM, Wireless LAN e UMTS, mentre poi a dicembre Apple controaccusò Nokia di aver infranto 13 dei suoi brevetti.

Insomma, la disputa sembra infinita o, quantomeno, potrebbe durare molto a lungo. Non meno di tre anni, secondo quanto riportato da molti analisti.

[via | AppleInsider]