Apple è prima nella vendita di musica in USA

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

npdmusic.jpg

Apple ha raggiunto la vetta della classifica dei rivenditori di musica USA. A confermare il sorpasso di iTunes su Wal-Mart nel mese di gennaio sono i dati di NPD Group diffusi ieri in una mail inviata ad alcuni dipendenti di Cupertino e riportata da Ars Technica. Al terzo posto troviamo Best Buy, mentre Amazon slitta al quarto posto.

Secondo i dati riportati nell’email pubblicata da Ars Technica Apple ha conquistato il 19% del mercato della distribuzione musicale, mentre Wal-Mart si attesta sul 15% e Best Buy sul 13%. Il sorpasso di Apple nella classifica di gennaio può essere motivato anche dall’ampia fruizione in tale periodo delle card promozionali acquistate e regalate durante le festività natalizie.

Anche se queste classifiche sono spesso soggette a cambiamenti su base mensile, la prima posizione di iTunes conferma un trend innegabile. La distribuzione digitale di musica sta ormai sostituendo del tutto la distribuzione tradizionale e per questo il mercato premia il negozio online di Apple. Le grandi major musicali, nonostante gli innumerevoli tentativi di svecchiamento non riescono ad interpretare questa tendenza e non riescono ad esempio a mandare giù la possibilità che sia l’acquirente a poter scegliere quali singole canzoni comprare. Alla base di questa politica, quasi ostruzionista, c’è la reticenza ad abbandonare i margini ridicolmente alti che la vendita degli album riesce ancora a garantire e la volontà di poter imporre la propria visione e le proprie scelte di marketing anche per la vendita tramite distributori terzi.