NetShare: usare iPhone come Modem

di Michele Baratelli 5

Alzi iPhone chi di voi si è chiesto almeno una decina di volte perché mai il telefono con la meletta non possa funzionare anche come modem per il proprio computer. La risposta è semplice ed è sempre la solita: utilizzare su computer il traffico dati bundle dei contratti a cui iPhone è abbinato fa, generalmente, storcere il naso alle compagnie telefoniche che lo propongono nei propri listini. Per qualche ora, invece, questa possibilità era in vendita su App Store: Apple, dopo una veloce pausa di riflessione l’ha tolta dalla vendita. NetShare per iPhone è il programma che permette questa mirabolante possibilità: ovviamente noi di TAL lo abbiamo testato.

Partiamo dal presupposto, onde evitare spiacevoli incomprensioni, che NetShare funziona ovviamente solo su iPhone e che non è più in vendita su App Store: voci di corridoio sostengono che siano ancora aperte le trattative tra NullRiver (gruppo sviluppatore del presente programma) e Apple per un clamoroso ritorno. Non sappiamo se sia plausibile o meno tale notizia: se lo avete acquistato in tempo, godetevelo.

Noi di TAL lo abbiamo trovato quasi per caso mentre spulciavamo le Apps in cerca di qualcosa di interessante da sottoporvi: peccato che la sua presenza in App Store sia stata davvero effimera. Dopo qualche giorno di riflessione, abbiamo deciso di proporvi lo stesso questo articolo per farvi capire le reali potenzialità di NetShare: se ve lo siete perso, state tranquilli perché la versione attuale non è proprio come uno se la aspetti.

Abbiamo da subito provato NetShare per iPhone con un MacBook: dopo qualche momento di incertezza, ha funzionato, in parte però. Infatti non siamo riusciti a navigare con Firefox3, ma, solo tramite Safari; non siamo riusciti ad utilizzare correttamente la ricezione delle E-Mail. Ci applicheremo per riuscire ad utilizzare anche questi programmi: bisogna “giocare” con le impostazioni Proxy come avviene per iChat. Abbiamo ottenuto dunque un modem “castrato”, ma, funzionante per quanto riguarda la navigazione. L’articolo che leggete ora è stato scritto e pubblicato grazie alla connessione dati del mio iPhone.

All’interno del programma, trovate le corrette informazioni per settare Mac e NetShare in modo che possano comunicare tra di loro: in sostanza dovrete creare un network Wi-Fi sul vostro Mac e iPhone si collegherà ad esso in modalità “wireless” fungendo da “proxy modem” EDGE o 3G (naturalmente tutto dipende dal modello di iPhone in vostro possesso). Ci sentiamo di suggerirvi due piccoli accorgimenti, non presenti nella guida ufficiale di NetShare. Il primo è quello di settare la giusta “Maschera di Sottorete” che in genere è 255.255.255.0 . Il secondo è quello di aprire Safari su iPhone, iniziare a scaricare una pagina Web e poi aprire NetShare: in questo modo sarete sicuri che la connessione sia attivata.

Ringraziamo il nostro lettore, Dany90, per averci postato ieri i manuali di configurazione per Mac, Windows XP e Windows Vista ricevuti direttamente da NullRiver come supporto tecnico: a questi link trovate delle semplici guide su come configurare NetShare per iPhone con il vostro computer.

Concludendo, NetShare per iPhone è un buon programma che al momento attuale, però, non sostituisce una qualsiasi chiavetta per il traffico dati mobile oppure un qualsiasi cellulare che supporta l’uso come modem. Inoltre, iPhone scalda peggio di una bistecchiera e consuma tantissima batteria. Ci auguriamo che le trattative in corso possano riportare NetShare presto in vendita su App Store con delle migliorie per quanto riguarda l’interazione con il computer e soprattutto per quanto riguarda la funzionalità del modem stesso.