Microsoft: gli utenti Mac usano Office

di Gabriele Contilli 43

Phil Schiller, durante il suo Keynote, non ha neppure avuto modo di dilungarsi sulle nuove caratteristiche di Pages, Numbers e Keynote (insomma, per dirlo in una parola sola, di iWork ’09), che subito Microsoft si è lanciata all’attacco della suite per l’ufficio di Apple; secondo Redmond, infatti, negli Stati Uniti il 77% di utenti Mac usa Microsoft Office su Mac OS X.

Microsoft ha reso pubbliche queste statistiche direttamente al Macworld Expo, in occasione del 25esimo anno dal lancio della prima applicazione Microsoft per Mac (era il 1984 e Microsoft rilasciò Word 1.0).

Le statistiche, per quanto poco significative poiché non si hanno dati simili riferiti agli anni passati e, soprattutto, si riferiscono solo al territorio statunitense (nonostante ci sia in programma di allargare la ricerca ad altre regioni), lasciano comunque intuire le strategie di Redmond; Microsoft sta preparando un vero e proprio contrattacco nei confronti di Apple usando la sua arma migliore, Office. Infatti mentre Apple si sta ingraziando gli utenti PC con iTunes, Mobile Me per non parlare di iPod e iPhone, Microsoft vuole convincere i Mac users che per lavorare bene con i fogli di calcolo bisogna usare software Microsoft (questo mi ricorda uno degli spot Get a Mac).

Per arricchire maggiormente la propria offerta, Microsoft ha anche annunciato un paio di aggiornamenti piuttosto importanti per chi usa Mac Office: un update per Entourage che migliora la connessione con Microsoft Exchange Server 2007 e perfeziona la sincronizzazione con note e calendari che dovrebbe arrivare nel corso dell’anno, e addirittura una nuova applicazione: Microsoft Document Collaboration Companion per aiutare i Mac users nella condivisione di files tramite Microsoft’s SharePoint e Office Live Workspace.

Personalmente, per quanto apprezzi iWork e gli sforzi che Apple sta facendo per migliorare la suite, devo ammettere che Office rappresenta uno standard difficilmente eguagliabile per completezza e numero di funzioni; purtroppo però, come prevedibile, un programma così progettato corre il rischio di risultare spesso troppo ostico o, in alcuni casi, l’utente medio si limita all’utilizzo delle funzioni base senza conoscere il software fino in fondo. Quindi, dato per scontato che buona parte del 77% di cui sopra è rappresentato da utenti che sfruttano Office solo per poche e basilari funzioni, mi chiedo se abbiano mai provato iWork: la suite di Apple può coprire abbondantemente le esigenze di molti utenti (spesso anche con esigenze professionali) e lo fa con estrema semplicità e, soprattutto, è integrata alla perfezione con il resto del sistema, permettendovi anche di divertirvi quando state compilando un foglio di calcolo. Voi cosa ne pensate? C’è possibilità di sottrarre qualche punto percentuale a Office in favore di iWork?

[Via|Techflash]