Firefox 9.0 per Mac amplia il supporto alle gesture di Lion, ma non è abbastanza

di Andrea "C. Miller" Nepori 9

Gli aggiornamenti del sempre meno celebre Firefox, spodestato nelle classifiche di utilizzo cross-platform dal più agguerrito Chrome di Google, arrivano con la frequenza di uno scroscio di pioggia a Manchester. Ieri Mozilla ha rilasciato ad esempio Firefox 9.0 per Mac. Se non frequentate il Panda Rosso da un po’ di tempo non stupitevi del numero di versione raggiunto. Per qualche assurdo motivo alla Mozilla hanno pensato che utilizzare solo numeri da major upgrade (7, 8, 9 ecc, senza aggiornamenti del tipo x.y) potesse essere una buona idea anche se poi di fatto le novità di ogni upgrade sono tutt’altro che “maggiori”.
Nel caso specifico la versione 9 provvede ad ampliare il supporto alle gestures di Lion per gli utenti Mac. Il che potrebbe essere anche una buona notizia, se non fosse che questa è praticamente l’unica minima novità, mentre per il resto Firefox rimane il solito browser con l’interfaccia meno integrata con Mac OS X.

Fino a poco tempo fa alla frase precedente avrei aggiunto anche “meno stabile”. Per fortuna dalla versione 8 Mozilla si è decisa a dare una sistemata alla gestione della memoria e qualche miglioramento nell’affidabilità del software si è potuta notare. Fino alla versione precedente, almeno da esperienza personale, Firefox per Mac su Lion dava non pochi problemi, con rallentamenti continui e colli di bottiglia che spesso finivano per impallare il sistema. Per non parlare poi della gestione delle estensioni, tuttora nettamente inferiore alle analoghe funzioni di Chrome e Safari.

Con la versione 9.0 Firefox per Mac fa un leggero passo avanti ed aumenta il supporto ad alcune delle funzionalità native di OS X Lion, nello specifico le gestures per scorrere fra la cronologia delle pagine. Ed è tutto. Si, proprio così. Niente supporto alla modalità a tutto schermo, ad esempio e nessun supporto ad altre novità grafiche introdotte da Lion (come le scrollbar a scomparsa. E a dirla tutta l’assenza di un lettore di PDF integrato continua ad essere una lacuna assolutamente non trascurabile.

Insomma, non sono molte le ragioni per continuare ad utilizzare Firefox ora che Chrome ed anche Safari, almeno su Mac, si sono imposti come browser più moderni, più stabili, più compatibili e meglio carrozzati. Un’occhiata alle statistiche di TheAppleLounge conferma il trend generale: i nostri lettori preferiscono Safari, per ovvi motivi di appartenenza alla comunità Mac (più del 55% dei visitatori degli ultimi tre mesi lo usa) ma al secondo posto, con un buon 22% si piazza Chrome. Firefox è terzo, ma con un misero 15% di utenza.

Firefox 9.0 si può scaricare direttamente dal menu “Informazioni su…” dell’applicativo oppure dal sito di Mozilla.