“The Daily”, il primo quotidiano per iPad a fine mese?

di Redazione 1

Secondo quanto riportato dal Guardian, Rupert Murdoch (presidente della testata mediatica News Corp) e Steve Jobs stanno collaborando per annunciare il primo quotidiano dedicato esclusivamente al tablet dell’azienda di Cupertino.

“The Daily”, questo il nome del presunto quotidiano digitale, potrebbe essere presentato entro la fine del mese. La notizia era già nell’aria da diversi mesi; ad agosto, infatti, Peter Kafka di All Things Digital aveva commentato l’assunzione (da parte di Murdoch) di Greg Clayman, ricollegandola al possibile lancio di un giornale esclusivo per iPad.

Il quotidiano sarà disponibile esclusivamente per il tablet Apple; questo significa che non sarà prodotta un’equivalente copia cartacea né un portale Web dedicato. Sempre secondo le indiscrezioni, il giornale sarà acquistabile su App Store a 99 centesimi, che comprendono una settimana di utilizzo. Si parla, inoltre, di un abbonamento mensile di 4$ per avere accesso a tutti i contenuti del quotidiano.

Per quanto riguarda l’impegno di News Corp, si dice che saranno tra i 100 e i 150 i giornalisti dedicati esclusivamente al nuovo quotidiano e che saranno a lavoro negli uffici di New York. In accordo a quanto scrive il Guardian, il ruolo di capo-redattore sarà ricoperto da Jesse Angelo, attualmente impegnato con il New York Post. Inoltre, come si può facilmente immaginare, Rupert Murdoch avrà un ruolo di rilievo in questo progetto poiché ritiene che si tratta di un cambiamento radicale verso il futuro dei contenuti online (si parla di una cifra di circa 30 milioni di dollari stanziati per il progetto). Secondo Murdoch, infatti, “i clienti sono disposti a pagare per contenuti originali e di alta qualità”.

Il ruolo di Apple è evidentemente quello di mettere a disposizione la tecnologia realizzata dagli ingegneri per implementare l’app corrispondente e, ovviamente, App Store come canale di distribuzione. Il quotidiano potrebbe essere presentato insieme al tanto atteso servizio di sottoscrizione per contenuti digitali Apple.

Grazie a Nicholas per la segnalazione.

[via]