Reuters conferma dock più piccolo su prossimo iPhone

di Luca Iannario 3

Nonostante la notizia di Reuters abbia più le sembianze di una conferma che di un rumor, tratteremo l’argomento con la dovuta cautela (come al solito), senza sbilanciarci più di tanto. La nota agenzia ha diffuso quella che ritengono essere una conferma a proposito del prossimo modello di iPhone (che dovrebbe vedere la luce all’inizio dell’autunno). iPhone 5 avrà un connettore dock più stretto da 19 pin (invece dei 30 attuali) e l’uscita jack audio nella parte inferiore del case.

Come si può leggere nella notizia riportata da Reuters, due fonti anonime ritenute a conoscenza dei fatti sostengono che il prossimo iPhone avrà un connettore dock da 19 pin invece dell’usuale connettore da 30 pin “per fare spazio all’uscita audio che sarà spostata in basso”. Al di là dell’aspetto puramente tecnico e di miniaturizzazione/organizzazione dello spazio all’interno del case, se la notizia dovesse trovare un riscontro ufficiale vorrebbe dire che tutti gli accessori di terze parti venduti fino ad ora saranno incompatibili con i futuri modelli di iPhone (e probabilmente, iDevice in generale).

Se da un lato la scelta rappresenterebbe “un’opportunità per i venditori di accessori”, come sostiene Pete Cunningham (analista presso la londinese Canalys), potrebbe scontentare diversi utenti che hanno acquistato (costosi) accessori, come ad esempio una dock station, che risulterebbero di conseguenza obsoleti e difficilmente utilizzabili in futuro. “Apple”, sostiene Franciso Jeronimo (analista presso IDC), “dovrà trovare il modo per non deludere i propri clienti che vogliono passare al nuovo iPhone ma sono legati ad un costoso accessorio che hanno acquistato”.

Un rimedio potrebbe essere ottenuto realizzando un apposito adattatore che permetta di continuare ad utilizzare il vecchio dock con quello nuovo. Ma anche in questo caso, potrebbe non essere un problema semplice da gestire. Insomma, un cambiamento quasi banale, se confrontato con l’innovazione tecnologica rappresentata da uno smartphone, che potrebbe rappresentare l’inizio di un nuovo ciclo di prodotti mobile dell’azienda di Cupertino.

[via]