iPad mini in arrivo ad ottobre?

di Luca Iannario 7

Un nuovo tormentone sta per essere alimentato; si tratta del tanto chiacchierato, finora invano a quanto pare, iPad in versione ridotta (che chiameremo iPad mini per semplicità) con display da 7/8′‘ e che potrebbe affiancarsi al fratello maggiore a partire dalla fine dell’anno, Maya permettendo. La fonte è riportata da Bloomberg, sostenendo che Apple potrebbe introdurre una seconda versione di iPad per difendersi dalla concorrenza di Microsoft (con Surface) e Google (con Nexus 7).

In base a quanto riportato, iPad mini potrebbe avere uno schermo con diagonale tra i 7” e 8” probabilmente non Retina (a differenza di quello presente nell’iPad di terza generazione), al fine di ridurre il prezzo di vendita al pubblico. Il prezzo target di vendita, di conseguenza, dovrebbe collocarsi nella fascia tra i 200 e i 300 dollari, proprio per posizionarsi nel segmento di mercato del nuovo tablet di Google e del kindle Fire di Amazon.

Shaw Wu, analista di mercato presso Sterne Agee & Leach Inc., non ha dubbi: “Sarebbe il peggior incubo per la concorrenza”, schierandosi a favore di un tablet più piccolo e meno costoso nell’ecosistema mobile dell’azienda di Cupertino. Un tablet di questo tipo sarebbe la risposta diretta di Apple alle avance di Google, Amazon e Microsoft che cercano in qualche modo di scardinare il mercato, fino ad ora dominato nettamente da iPad.

Oltre al vantaggio tecnico e strategico, Apple può anche contare sulla presenza di oltre 360 punti vendita sparsi in tutto il mondo per la distribuzione diretta di un eventuale nuovo prodotto. Google, invece, ha già dichiarato che Nexus 7 potrà essere acquistato solo online, mentre Microsoft venderà Surface online e nei suoi 20 punti vendita. D’altra parte, va comunque considerato il rischio di cannibalizzazione di iPad, le cui vendite potrebbero risentire (e non poco) se Apple decidesse di introdurre sul mercato un modello ancora più mainstream. Anche per questo motivo, quindi, è necessario essere cauti e non farsi prendere troppo dall’entusiasmo.

[via]