Che fine ha fatto Mac OS X Lion?

di Gabriele Contilli 7

Dal momento della sua rapida anteprima ad Ottobre, durante il “Back to the Mac”, di Lion si è purtroppo parlato sempre meno, sopratutto in questi giorni sommersi da rumors sui prossimi MacBook Pro e sull’imminente iPhone nano (scherzo, è ovvio).

Uno di quegli argomenti che tempo fa avrebbe generato una marea di indiscrezioni, essendo il cuore dei nostri Mac, oggi è soppiantato dalle foto rubate dei case dell’iPad 2 e dalle speculazioni sull’iPhone 5 che è in ritardo, anzi no.

A cercare di puntare nuovamente i riflettori sul prossimo sistema operativo di Apple, per fortuna, ci pensa Techcrunch, che come molti di noi inizia a chiedersi a che punto sia lo sviluppo di Lion, dato che dovrebbero mancare solo pochi mesi al suo rilascio.

Come anticipato da Jobs, Lion sarà disponibile nell’estate 2011, il che vuol dire che siamo circa a 4 mesi dal suo debutto, e ancora nessuna beta è stata inviata e nessuno è riuscito a metterci le mani sopra. Tuttavia il sito riporta che, secondo le sue fonti, una beta riservata agli sviluppatori dovrebbe venire rilasciata molto presto e che, nonostante una nuova seed di Snow Leopard (10.6.7) sia alle porte, queste seguono programmi di pubblicazione diversi, e quindi l’una non influisce sull’altra.

Techcrunch ha anche notato che il leone dormiente, ogni tanto si sveglia e sopratutto nell’ultimo periodo, gli accessi al sito da Mac con installato Mac OS X 10.7 sono decisamente aumentati, segno che in Apple in molti lo stanno usando e possiamo supporre quindi che lo sviluppo sia ad un buon punto, tutto sommato.

La novità più importante, tuttavia, riguarda alcune speculazioni sulla possibile interfaccia grafica del prossimo Lion; sempre secondo Techcrunch e le sue fonti ben informate, il prossimo sistema operativo di Apple avrà un’interfaccia grafica completamente ridisegnata. Qualche anticipazione potrebbe essere nascosta nella nuova versione di iPhoto, ma se ciò fosse vero, questo implicherebbe un bel lavoro per gli sviluppatori per adattare i propri prodotti al nuovo ambiente di lavoro. Basteranno 4 mesi?

[via|Techcrunch]