Ritiro iPhone 5s usato con BuyDifferent: la prova di TAL

di Martina Oliva 8

BuyDifferent, noto ecommerce italiano, da alcuni mesi a questa parte offre una soluzione di ritiro dei dispositivi iOS usati grazie alla quale è possibile monetizzare un iDevice in tempi brevi senza dover ricorrere ad aste o annunci online. Gli utenti possono infatti vendere direttamente all’ecommerce il proprio dispositivo usato in modo sicuro senza muoversi da casa o dall’ufficio e senza doversi preoccupare di pacchi, spedizioni e ricariche postali per incassare.

Qualche giorno fa ho avuto modo di testare personalmente il servizio di ritiro usato offerto da BuyDiffernt venendo all’ecommerce un iPhone 5S da 16 GB, di colore oro, sprovvisto degli accessori di serie e della scatola originale,  ma in condizioni perfette ad eccezione di un piccolo segno di usura sulla parte inferiore (potete vedere il dispositivo in tutto il suo splendore qui sotto). Vi racconto come è andata.

 Ritiro usato BuyDifferet: la prova di TAL

Valutazione online dell’iDevice

La prima cosa che ho fatto per dare il via alla “procedura di vendita”  è stata la valutazione del dispositivo sul sito di BuyDifferent. Ho compilato il questionario a più passaggi, indicando il tipo di dispositivo, il modello, la capacità, le condizioni, la presenza o meno del cavo USB, dell’alimentatore e della scatola originali.

ritiro iphone usato

È poi bastato cliccare sul pulsante di colore verde Valuta il mio usato per visualizzare la valutazione automatica fatta da BuyDifferent. Nel mio caso la valutazione è stata pari a € 441,00. Un prezzo che ho ritenuto abbastanza buono (soprattutto confrontando con altre offerte simili) visto anche il piccolo segno di usura sulla scocca del dispositivo.

Ritiro usato BuyDifferet: la prova di TAL

Ritiro dell’iDevice

Una volta accettata la quotazione, ho proceduto a fornire i dati personali per il ritiro a domicilio gratuito dell’iPhone tramite corriere espresso. Il giorno 10 marzo alle 11.00 ho compilato tutti i moduli (nome, cognome, indirizzo, CAP, località etc.).

Ritiro usato BuyDifferet: la prova di TAL

Circa un giorno dopo, nella tarda mattinata dell’11 marzo, ho ricevuto una telefonata da parte dello staff di BuyDifferent per concordare l’appuntamento con il corriere e abbiamo deciso di effettuare il ritiro dell’iPhone subito il giorno seguente.

Va però specificato che il corriere è effettivamente riuscito nell’arduo compito assegnatogli soltanto due giorni dopo, ad orario di pranzo del 13 marzo, quando finalmente ha individuato su mappa la zona che avrebbe dovuto raggiungere. Non mi sento di imputare nulla al povero corriere, perché non è il primo e non sarà l’ultimo, suppongo, ad avere difficoltà nel trovare il mio indirizzo (ma questa è un’altra storia).

Aspettando l’arrivo del corriere ho provveduto a confezionare in maniera adeguata l’iPhone onde evitare che durante il tragitto potesse subire danni ed includendo nel “packaging fai da te” di spedizione anche il documento timbrato e firmato che attesta il  ritiro (utile come ricevuta) e una fotocopia del documento di identità.

Ritiro usato BuyDifferet: la prova di TAL

Pagamento dell’iDevice

Avvenuto il ritiro, il giorno 18 marzo alle ore 11.00 è giunta una nuova email da parte di BuyDifferent indicante che l’iPhone era arrivato a destinazione e che entro i prossimi 7 giorni sarebbero stati effettuati tutti i test del caso. Dopo poche ore, alle 15.30, è arrivata una nuova email di conferma della valutazione.

È stato quindi necessario attendere qualche giorno per la ricezione del pagamento effettuato tramite bonifico bancario. Per la ricezione del pagamento BuyDifferent indica un’attesa di 10 giorni al massimo (che suppongo essere intesi come lavorativi), nel mio caso il bonifico è stato effettuato dopo circa 6 giorni nella ricezione dell’email. 

Giudizio Finale

Nel complesso sono rimasta soddisfatta della transazione, perché mi ha permesso di vendere l’iPhone con un risparmio di tempo notevole. Diciamoci la verità: va tenuto conto del fatto che con un’asta o una vendita tramite annuncio online si potrebbe ricavare probabilmente qualcosa di più dal telefono.

Nel caso dell’asta però ci sono le tariffe del servizio, che sinceramente sono fin troppo alte visto il prezzo finale di vendita di un’iPhone. Nel caso degli annunci invece è fin troppo facile incappare in truffe ai danni dei venditori. Provate a mettere un’annuncio di un’iPhone in vendita su un portale dei più famosi e contate il numero di email sospette che riceverete nei giorni successivi. In entrambi i casi – asta o annuncio – c’è in ogni caso da portare avanti la trattativa, rispondere alle email, imballare e spedire, preoccuparsi di ricevere il pagamento.

Tutte operazioni che il servizio di BuyDifferent permette di bypassare completamente. In conclusione la principale nota positiva è stata la semplicità e la linearità dell’esperienza a cui va aggiunto un buon supporto da parte di BuyDifferent durante i vari passaggi della vendita.

Full Disclosure: BuyDifferent è uno sponsor di TheAppleLounge.
Il test di questo articolo è avvenuto tramite i canali customer dell’azienda e non è stato applicato alcun tipo di trattamento di favore all’autrice dell’articolo.